Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Mastrantonio para tre volte, alla fine è Roma

Due rigori perfetti e la Roma sbanca anche il fortino del Napoli, restando così al primo posto in classifica (+9 sul Torino)

Due rigori perfetti e la Roma sbanca anche il fortino del Napoli, restando così al primo posto in classifica (+9 sul Torino) e senza mai conoscere la parola sconfitta. La grande sorpresa è la chance dal primo minuto accordata al fuori quota Alessio Riccardi, che la Roma sta provando a rigenerare in ottica della finestra di mercato. Per lui terzo gettone, il bilancio è stratosferico: due gol e un assist in tre presenze. E’ il 20enne a sbloccare la partita su rigore: tiro forte e centrale e il Napoli va sotto nel punteggio all’inizio della ripresa.

Nella prima frazione di gioco i padroni di casa hanno avuto tre occasioni nitide, tutte disinnescate da Mastrantonio. La più clamorosa dal dischetto, ma il portiere della Roma si è superato togliendo il pallone dell’angolino basso. Il Napoli ha pareggiato i conti con Cioffi, ma nel finale la Roma ha centrato i tre punti grazie ad un altro rigore realizzato da Volpato, freddo nel momento della verità. Dopo il triplice fischio è scoppiata poi una rissa, ma la situazione è quasi subito rientrata nella normalità.

Lo scrive Il Corriere dello Sport 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa