Resta in contatto

Le pagelle di Siamolaroma

PAGELLE – Empoli-Roma 2-4: poker giallorosso al Castellani. Abraham fa 10

La Roma rifila un poker all’Empoli

RUI PATRICIO  6

Nel primo tempo si toglie i guanti e assiste da spettatore privilegiato allo show giallorosso. Nella ripresa se li rimette e incassa due reti, che non riesce ad evitare.

Trigoria

MANCINI  6

Esulta come un pazzo, anche se il gol non è suo. Ennesimo giallo della sua stagione all’interno di una gara che diventa insidiosa nel secondo tempo.

SMALLING 6,5

Pinamonti è un avversario ostico, ma è un duello British che esalta in alcuni frangenti l’inglese.

IBANEZ 6

Torna nella versione “senza fronzoli”. Concentrato e grintoso, si divora un gol di testa nella ripresa.

KARSDORP 6,5

Corsa e qualità, partecipa anche lui alla festa giallorossa del Castellani.

SERGIO OLIVEIRA  7,5

Il suo tiro deviato diventa un assist involontario per Abraham, pennella l’angolo dal quale l’inglese raddoppia e piazza di giustezza in porta il terzo gol della sfida. Il mondo Roma ruota attorno al portoghese.

CRISTANTE  6

Lucido, attento in fase di non possesso e gestore oculato dei possessi giallorossi.

MKHITARYAN  7

Lo strappo che lo porta a consegnare l’assist a Zaniolo è una di quelle sue giocate che non vedevamo da tempo. Quando gioca così rimane un giocatore di un altro livello.

MAITLAND-NILES  6,5

Manda Vina in panchina e si piazza sull’out mancino, con il calzettone basso. Attento in copertura, prezioso in fase di costruzione, sfiora anche il gol.

Zaniolo

ZANIOLO  7,5

Con il Lecce aveva dato l’antipasto, con l’Empoli si conferma devastante. Strappi, giocate, assist e gol.

ABRAHAM  7,5

Sono 10 in campionato in 23 giornate, sono 17 in 30 presenze totali, con tanto di 7 pali. What else?

VINA 6

Entra nel secondo tempo per far rifiatare Maitland-Niles. Offre più copertura che spinta.

VERETOUT  6

Nel momento di sofferenza, Mou lo manda in campo al posto di Mkhitaryan per dare più ordine e copertura.

FELIX  SV

Zaniolo non ne ha più, entra nel finale per far coppia con Abraham.

MOURINHO  7

Via la difesa a 4, si torna a 3 e in panchina vanno Veretout e Vina. Pochi ma significativi cambiamenti che dipingono al meglio come l’intuizione dello Special One sia stata vincente.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Le pagelle di Siamolaroma