Resta in contatto

News

Sconcerti: “Mourinho ha ragione: Maitland-Niles e Sergio Oliveira hanno cambiato la Roma”

Il noto giornalista: “Con continuità e freddezza nei tiri i giallorossi possono tornare a lottare per un posto Champions”

Mario Sconcerti ha parlato della Roma a Calciomercato.com: “In questo momento va dato ragione a Mourinho, la Roma aveva bisogno di inserimenti di carattere. Sergio Oliveira e Maitland-Niles lo sono. Io avevo qualche dubbio, tra le prime linee Oliveira mi sembrava una seconda linea, ma è un giocatore di forte personalità. Mourinho lo conosceva meglio di me. Quello che è particolare è la facilità con cui due elementi di qualità e temperamento siano riusciti a cambiare una squadra. Il primo tempo della Roma a Empoli è stato impressionante. Quando la Roma è attaccata e riesce a tenere l’avversario, si allarga poi sul campo con un contropiede anomalo perché vasto, largo, portato avanti da almeno quattro uomini”.

Ha continuato il noto giornalista: “Questo lo ha fatto a lungo anche con Fonseca, ma oggi il gioco ha un finalizzatore che Dzeko non era forse più. Abraham è un centravanti importante. Mkhytarian e Zaniolo stanno occupando sempre più campo e sempre con qualità maggiore. Empoli è stato uno spettacolo, prima e dopo i gol. Poi la Roma ha staccato, come altre volte. Se trova continuità e più freddezza nei tiri, penso possa tornare a correre anche per la Champions”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News