Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Diawara apre, Tiago Pinto torna su Ndombele

Diawara Guinea

Diawara apre alla cessione, Tiago Pinto al lavoro per il regista

La svolta tanto attesa potrebbe esser arrivata ad un passo dal traguardo, costringendo Tiago Pinto ad un week end di lavoro senza sosta. Dall’incontro avvenuto con l’agente di Amadou Diawara è emersa un’apertura del giocatore a lasciare la Roma in questa finestra di mercato.

Il calciatore si è convinto, davanti all’ennesima presa di posizione del club giallorosso: per lui spazio nello scacchiere di Mourinho non c’è, meglio allora valutare le offerte e rimettersi in gioco. Il problema è che finora quelle pervenute non sono state considerate soddisfacenti, o dal punto di vista sportivo (Fulham, Venezia e Cagliari), o sotto il profilo economico.

Nessun rifiuto quindi a partire ma semplicemente l’ attesa dell’offerta giusta. Tra gli elementi meno utilizzati da Mourinho in questa prima metà della stagione, la possibile partenza del guineano potrebbe così permettere alla Roma di affondare il colpo per il tanto atteso regista last-minute, che José Mourinho attende sin dall’estate, quando naufragò la trattativa con l’Arsenal per Xhaka. Con Kamara del Marsiglia ormai sfumato, le attenzioni di Tiago Pinto tornerebbero su Tanguy Ndombele: il Psg non riesce a fargli spazio, ancora nessun accordo col Tottenham. Lo scrive “La Repubblica”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa