Resta in contatto

Rassegna Stampa

Mancini studia Zaniolo per gli spareggi mondiali

Lo ha definito una “mezz’ala offensiva” ma potrebbe giocare da 10

Adesso si fa sul serio. A Coverciano è terminato lo stage della Nazionale, il prossimo appuntamento saranno i playoff; la semifinale a Palermo contro la Macedonia del Nord, l’eventuale finale in trasferta contro la vincente tra Portogallo e Turchia. Le numerose assenze non hanno inciso sul lavoro del commissario tecnico che ieri – nell’ultimo giorno di raduno – ha provato il nuovo modulo con la difesa a tre; prima con cinque centrocampisti e due punte, poi con quattro centrocampisti e un trequartista dietro alla coppia offensiva.

Mancini pensa al rilancio del trequartista, del numero dieci a ridosso delle punte. Tuttavia, la sensazione è che il tecnico – almeno per la prima partita in programma contro la Macedonia del Nord, non voglia apportare troppe modifiche al modulo. E quindi potrebbe essere nuovamente un quattro-tre-tre con Immobile al centro dell’attacco insieme a Insigne e Berardi. Il commissario tecnico ha rivolto la sua attenzione a Zaniolo; il romanista sarà l’uomo in più in vista dei playoff valevoli per i mondiali. In questi giorni Mancini lo ha provato sia sulla linea dei centrocampisti, sia in attacco. Lo scrive Il Tempo.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa