Resta in contatto

News

Julio Cesar: “Mourinho è speciale, avrei voluto giocare a Roma per il calore dei tifosi”

L’ex portiere dell’Inter, Julio Cesar, ha rilasciato un’intervista a Stats Platform, in cui si sofferma su Mourinho e la Roma:

Su Mourinho: “Per me è un allenatore speciale. All’Inter abbiamo vissuto momenti di gioia. Lo stimo davvero molto. Lo appoggio sempre. Penso che la Roma abbia nominato l’allenatore giusto. È davvero appassionato, ha grinta. Ha già vinto l’Europa League con Porto e Manchester United. Conosce bene questa competizione, e la Champions League. Sa giocare in Europa, in questo tipo di competizione. È abituato ad alzare trofei. La Roma è una squadra del popolo. Da ex, vorrei giocare una sola volta nella Roma, per ascoltare i suoi tifosi. Sono tifosi simili al Flamengo”.

Sulla Conference: “È la prima edizione della Conference League. Può essere un nuovo trofeo per Mourinho. È uno che ama vincere la prima edizione di una competizione. Sarebbe una bella cosa per lui. Sarebbe il primo a vincere la tripletta europea: Conference League, Europa League e Champios League. Provare a vincere le tre coppe d’Europa, è quello che lo sta spingendo. Oggi possiamo vedere molti club giocare in Europa che non conoscevamo prima. Solo le persone pazze per il calcio seguono ogni campionato. Non funziona così per tutti. Possiamo conoscere nuove squadre e allenatori grazie a Conference League. Penso che sia stata una cosa positiva per il calcio”.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News