Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Mourinho in silenzio. Polemica Sozza

Anche Mou è rimasto senza parole. Niente conferenza stampa o intervista pre partita. Lo Special One sceglie il silenzio

Anche Mou è rimasto senza parole. Niente conferenza stampa o intervista pre partita. Lo Special One sceglie il silenzio a poche ore dalla sfida con l’Inter. Era già successo alla vigilia della gara d’andata e di quella disputata a febbraio in Coppa Italia, quando il portoghese era tornato per la prima volta a San Siro contro i nerazzurri. Adesso però alla base della decisione non sembrano esserci motivi sentimentali o di conferenze troppo ravvicinate (l’ultima è stata quella pre Bodo Glimt) ma la voglia di non alimentare ulteriori polemiche arbitrali.

Nel post partita di Napoli sono stati vissuti attimi incandescenti: prima di presentarsi davanti ai microfoni, il tecnico giallorosso e alcuni membri dello staff hanno protestato per la direzione di gara nel corridoio degli spogliatoi. Lamentele provocate dall’arbitraggio di Di Bello e dal Var di Paolo, finiti entrambi sotto il fuoco diMourinho durante le interviste.

Domani a dirigere la sfida del Meazza con i nerazzurri sarà Sozza, designazione che ha scatenato l’ira dei tifosi. Sozza infatti è nato a Milano nonostante faccia parte della sezione di Seregno, in provincia di Monza: dettaglio non da poco agli occhi dei romanisti, considerato che il fischietto milanese arbitrerà una squadra della sua città. In realtà è proprio per le spiccate doti mostrate in campo che il designatore Rocchi ha deciso di affidare il big match a uno dei direttori di gara più promettenti del panorama nazionale. In questa stagione Sozza aveva già diretto una gara a San Siro in occasione del quarti di finale di Coppa Italia Milan-Lazio.

Tra i precedenti in Serie A invece due coinvolgono arbitri del Lazio: nel campionato 15/16 Doveri (sezione di Roma) ha diretto Frosinone-Verona mentre in quello 18/19 Pasqua (Tivoli) è stato designato per Lazio-Bologna. Capitolo Trigoria: oggi la squadra scenderà in campo per la rifinitura prima di partire per Milano. Mourinho può contare su tutta la rosa ad eccezione di Zaniolo – sta recuperando dalla distorsione alla caviglia – squalificato per la gara di San Siro.

Il Tempo 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa