Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Zaniolo si è ripreso la Roma

Il numero 22 giallorosso è tornato al centro della Roma

Mourinho e la Roma ripartono dalle certezze. Perché oltre a contare su Paulo Dybala, e in attesa che Wijnaldum trovi la forma migliore, la notizia più importante per il tecnico è la presenza di Nicolò Zaniolo.

Il numero 22 infatti non vede l’ora di ricominciare da dove aveva lasciato, pronto a una stagione da protagonista in maglia giallorossa dopo un’estate trascorsa tra voci di mercato e la voglia di rilanciarsi definitivamente con il club che ha sempre creduto in lui.

Alla fine a prevalere sembra essere stata la voglia di continuare a crescere e – possibilmente – vincere in maglia giallorossa, nonostante il corteggiamento della Juventus lo abbia fatto vacillare più del dovuto.

L’ostinazione della Roma nel non voler svendere il proprio gioiello, unita alle parole di José Mourinho e Lorenzo Pellegrini – che durante la preparazione estiva è stato particolarmente vicino al classe ’99 – hanno pian piano convinto Zaniolo e il suo entourage a lasciar andare le tante sirene estive per concentrarsi esclusivamente sul campo e sul percorso iniziato la scorsa stagione, che punta a rendere di nuovo il talento nato a Massa uno degli astri nascenti del calcio italiano.

Anche perché – fino ad ora – a Trigoria non sono mai arrivate offerte considerate accettabili dal club giallorosso che a questo punto sta iniziando a ragionare sul rinnovo contrattuale da proporre a fine mercato all’agente Claudio Vigorelli.

Domani sera intanto, Zaniolo scenderà in campo dal 1′ insieme a Dybala, Pellegrini e Abraham. Quella con la Salernitana è considerata la gara giusta per continuare testare il modulo che prevede tutti gli assi di Mourinho in campo nello stesso momento. E lo Special One vuole sfruttarla al meglio. Lo scrive “Il Tempo”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa