Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

José e l’Inter: basta amarezze

Il tecnico, però, non sarà in panchina

José Mourinho e l’Inter hanno un rapporto eterno e speciale, ad oggi il tecnico non ha mai battuto i nerazzurri e contro Inzaghi è a tre sconfitte di fila. Inter-Roma sarà ancora una partita particolare e José, squalificato, guiderà i giallorossi nascosto in qualche corridoio del suo vecchio tempio. Contro la sua ex squadra e Inzaghi ha perso, e pure male, tre volte su tre. La quarta sarebbe dura da digerire, visto che non è abituato a una serie così lunga di sconfitte contro un collega.

Lo scorso anno la Roma ha rimediato solo cadute rovinose, senza mai esser stata in partita: alle due sconfitte di campionato va aggiunta quella di Coppa Italia. Tre partite strane con la squadra giallorossa in difficoltà fin dall’inizio e nella prima all’Olimpico l’Inter era 3-0 dopo 39 minuti. Non è andato bene neanche il tentativo in Coppa Italia, quando Mourinho accusò la squadra di mancanza di carattere. Infine, nel ritorno in campionato a San Siro ancora un tris per l’Inter e a nulla è servita la rete nel finale di Mkhitaryan. Questa volta la Roma si presenta a Milano con una formazione più dotata tecnicamente, più esperta e più adeguata da un punto di vista caratteriale. Lo scrive Il Messaggero.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa