Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Mou e Spalletti: i capipopolo. Roma, il vero leader siede in panchina. E la città lo adora

Lo Special One e Spalletti, i capipopolo di Roma e Napoli

Alle soglie dei 60 anni sembra affiorare un lato B di Mourinho, di un uomo che conosce i propri limiti, anche se detesta le etichette. Così alla vigilia della partita tiene in serbo soltanto parole di amicizia e la definizione “grande amico e grandissimo allenatore”. L’uomo dei 26 titoli è il leader in campo e fuori di una Roma che odia essere giudicata difensivista.

Mourinho è qualcosa in più di un allenatore, è una speranza che non si esaurisce mai e che ormai da mesi riempie l’Olimpico. “Segniamo poco perché sbagliamo gol, non perché siamo difensivi“, ha ringhiato in conferenza stampa. Inutile dire che per fare bene c’è bisogno di Zaniolo. Ieri il portoghese ha parlato anche di lui: “Deve migliorare nel modo di stare in campo, ma mi piace che sia in crescita dal punto di vista emotivo”. Lo scrive La Gazzetta dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa