Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Qatar 2022

Brasile-Serbia 2-0, la fiducia in Richarlison ripaga Tite

Nel primo tempo non calcia mai in porta, nella ripresa il ct verdeoro lo lascia in campo e lui regala la vittoria a Neymar e compagni

La prima giornata della fase a gironi di Qatar 2022 si chiude con il big match del Gruppo G tra Brasile e Serbia. Nel primo tempo una gara equilibrata: i verdeoro attaccano senza riuscire, però, a mettere davvero in difficoltà Vanja Milinkovic-Savic, il portiere serbo del Torino. Tra i più deludenti dei primi 45′ c’è Richarlison: il calciatore del Tottenham, scelto per guidare l’attacco brasiliano, non calcia mai verso la porta.

Nel secondo tempo la storia del match cambia completamente. Tite dà fiducia a Richarlison e lui lo ripaga nel migliore dei modi: doppietta dell’ex Everton (meravigliosa la semirovesciata con cui ha confezionato il secondo gol). La Serbia si spegne, il Brasile attacca e va più volte vicino al terzo gol. Casemiro colpisce la traversa. Finisce 2-0, il Brasile manda un messaggio chiaro alle big: fa sul serio in questo Mondiale!

Tabellino

Brasile (4-2-3-1): Alisson; Danilo, Thiago Silva, Marquinhos, Alex Sandro; Casemiro, Paqueta (75′ Fred); Neymar (79’Antony), Richarlison (79’Gabriel Jesus), Raphinha (87′ Martinelli); Vinicius Jr (75′ Rodrygo).
A disposizione: Weverton, Ederson, Dani Alves, Eder Militao, Fabinho, Alex Telles, Guimaraes, Everton Ribeiro, Bremer, Pedro.
Ct: Tite.

Serbia (3-4-1-2): V. Milinkovic-Savic; Pavlovic, Veljkovic, Milenkovic; Gudelj (57′ Ilic), Lukic (66′ Lazovic), S. Milinkovic-Savic, Mladenovic (66′ Vlahovic); Tadic; Mitrovic (84′ Maksimovic), Zivkovic (56′ Radonjic).
A disposizione: Dmitrovic, Rajkovic, Erakovic, Jovic, Babic, Kostic, Racic, Djuricic, Grujic.
Ct: Stojkovic.

Arbitro: Faghani (Irn).

Marcatori: 62′ e 73′ Richarlison (Bra).
Ammoniti: 7′ Pavlovic (Srb), 49′ Gudelj (Srb), 64′ Lukic (Srb).

The post Brasile-Serbia 2-0, la fiducia in Richarlison ripaga Tite appeared first on Tifosinrete.

Rimani sempre aggiornato sui Mondiali Qatar 2022

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Qatar 2022