Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Il Mondiale che ridimensiona il valore dei giallorossi

Gli unici rimasti nel torneo sono ancora a secco di minuti

La Roma esce ridimensionata da questo Mondiale. A meno che gli ultimi due giocatori rimasti, Dybala e Rui Patricio, non riescano ad essere protagonisti nelle battute finali. Le quotazioni scendono sensibilmente. Gli altri due che c’erano, Vina e Zalewski, sono già tornati a casa. Il polacco, dopo il sogno della titolarità nella prima partita, è naufragato ed ha chiuso con un totale di 73 minuti giocati. E’ andata peggio a Vina che ha visto il campo soltanto per 15 minuti.

Mourinho ha parlato di valore della rosa a ribasso e il campo gli ha dato ragione. Il suo giocatore più talentuoso, Dybala, finora ha sempre visto il campo dalla panchina. Ha fatto il massimo per recuperare dalla lesione alla coscia, ma Scaloni lo considera il vice Messi e finora non l’ha mai utilizzato. Lo scrive Il Corriere dello Sport.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa