Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Mou a caccia della zona Champions. Deulofeu o Ziyech per il dopo Zaniolo

C’è il marocchino per post Zaniolo

Dimenticare Zaniolo e focalizzare pensieri e forze solo sullo Spezia. Almeno per oggi il mercato e il futuro del 22 giallorosso dovrà essere argomento marginale. Poi da lunedì inizierà probabilmente la settimana decisiva del mercato della Roma. Ma la partita di oggi alle 18:00 contro lo Spezia è una tappa fondamentale del cammino giallo-rosso. A Trigoria ne sono tutti consapevoli, a partire da José Mourinho. L’attaccante ieri si è allenato regolarmente con il gruppo, salvo poi salutare la truppa e tornare a casa, come richiesto venerdì all’allenatore. Per Zaniolo le proposte sul tavolo rimangono le stesse, con il Tottenham in prima fila che lo chiede in prestito con obbligo di riscatto. Un’offerta messa in standby dalla Roma, come il suo direttore sportivo, in attesa di evoluzioni inglesi sull’applicazione della squalifica ricevuta in Italia. Il Brighton osserva la situazione, consapevole che l’occasione è ghiotta per fare un regalo gradito a De Zerbi. Il Milan resta alla finestra, consapevole della preferenza del giocatore e aspetta gli ultimi giorni di mercato per uscire allo scoperto.

Intanto Tiago Pinto lavora sotto traccia alla sua sostituzione. Al general manager giallorosso piace Deulofeu ma sogna Ziyech, il profilo perfetto per accontentare le ambizioni di José Mourinho. Il Chelsea lo ha messo sul mercato da tempo ed è disposto a cederlo a prezzo di saldo. Il Decreto Crescita aiuterebbe a pagare il lauto ingaggio percepito dal marocchino, pronto a rilanciarsi a Roma dopo il biennio londinese. La pista è tracciata, manca solo l’acquirente giusto per Nicolò Zaniolo. La penalizzazione della Juventus ha eliminato, almeno temporaneamente, una diretta concorrente, che stasera proverà comunque a fermare l’Atalanta. In più la sfida di martedì tra Lazio e Milan potrebbe trasformarsi in un altro assist per i giallorossi, alla ricerca di continuità e sogni Champions.
In questo panorama dalle sfumature limpide, il focus della squadra è tutto rivolto al campo. Mourinho conferma la stessa formazione vista domenica scorsa contro la Fiorentina. Lo scrive La Repubblica.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa