Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Carnevale: “Napoli più forte ma attenzione alle ripartenze della Roma”

Le parole del doppio ex

Andrea Carnevale ha rilasciato un’intervista a Il Mattino in vista del big match tra Roma e Napoli in programma domenica sera. Queste le sue parole:

Su Spalletti, avuto all’Udinese.

Oltre alle qualità di campo con la sua grande preparazione tecnico-tattica, mi colpì molto per la straordinaria meticolosità e dedizione che metteva nel suo lavoro: arrivava nel suo ufficio alle 9 e preparava l’allenamento del giorno e il lavoro della settimana organizzando tutto nei minimi dettagli con gli uomini del suo staff, dal preparatore al match analyst. Capii immediatamente di avere di fronte un tecnico giovane bravissimo e lo dimostrò portando l’Udinese in Champions.

E come valuta il lavoro di Mourinho alta Roma?

Stiamo parlando di uno degli allenatori che ha vinto di più al mondo, ha tanta esperienza e una grandissima personalità: si vede che è molto carismatico e i calciatori danno tutto per lui. Mourinho è stato bravissimo a mettere a posto la fase difensiva rispetto alla partita che la Roma perse nettamente a Udine: il movimento dei tre difensori è perfetto, come quello del resto della squadra. E non mi riferisco solo all’ultima partita contro lo Spezia ma al rendimento dei giallorossi già da diverse partite

Che s’attende dal confronto al “Maradona” tra Spalletti e Mourinho: che Napoli-Roma sarà?

ll Napoli giocherà come sempre provando a gestire la manovra alla ricerca del gol, ha un organico migliore dove tutti sono da considerare titolari: è più forte della Roma ma dovrà stare attento alle ripartenze dei giallorossi che giocano chiusi e poi si lanciano negli spazi. All’andata fu una partita molto tattica con poche occasioni da rete decisa da un gol fantastico di Osimhen dopo che a lungo la Roma chiuse bene tutti gli spazi.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa