Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Sabatini: “La Roma è vita, il mancato scudetto mi tormenta. Mourinho sa come si vince”

Le sue parole sulla sua esperienza con la Roma

Walter Sabatini, ex direttore sportivo giallorosso, ha rilasciato un’intervista a Teleradiostereo. Ecco uno stralcio del suo intervento:

Cosa rende la Roma un’esperienza più indelebile delle altre?

“La Roma è un batticuore costante, un’ansia non negativa, una voglia di esserci e regalare gioia alla gente. Non ci si dimentica della Roma, è vita. Io ho consegnato la mia vita alla Roma insultando il mio corpo. Ho fatto l’acrobata nel calcio per la Roma. Non rinnego assolutamente niente di ciò che ho fatto, se tornassi indietro ripeterei tutto. Sono orgoglioso delle cicatrici che la Roma mi ha lasciato”.

Le ha provocato più gioia gestire la Roma o giocare con la sua maglia in dosso?

“La gestione della Roma è stata più appagante rispetto ai momenti da giocatore. Durante i miei anni da dirigente mi sono sentito sempre e soltanto il direttore sportivo della Roma, era il tratto più distintivo della mia vita”.

Si è reso conto di essere stato apprezzato più quando è andato via rispetto a quando era a Roma? La ferisce questa cosa?

“No, la trovo curiosa. Spesso mi capita di confrontarmi con tifosi della Roma che mi manifestano una stima che quando ero dirigente non mi dimostravano. Quella Roma era bellissima, al di là dei punti era uno spettacolo. Ripenso a tutto con orgoglio e nostalgia. Quegli anni hanno dato tanto, non sarei stato niente senza la Roma. Il mancato scudetto mi tormenta tutte le notte e tutti i giorni, sarebbe stato troppo bello”.

Con Mourinho lo avrebbe vinto?

“Ho avuto in panchina allenatori che hanno giocato bene e fatto tanti punti. Mourinho è scientifico, è un calcolatore freddo e sa come si vincono le partite, ma non voglio metterlo a confronto con i miei allenatori”.

Lei non si sarebbe fatto dire “mercatino”…

“Non lo avrei sopportato, questo è poco ma sicuro. Ciò che dice Mourinho rappresenta una sorta di legge a Roma, quindi uno scontro con lui non sarebbe stato raccomandabile. Ma mi sarei arrabbiato, senza dubbio”.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Andrea Abodi
Il ministro dello sport e dei giovani ha rilasciato alcune dichiarazioni in occasione della festa...
Stadio Roma
I Comitati del No stadio insistono per non far realizzare il nuovo stadio della Roma...
Paolo Rongoni
L'ex preparatore atletico della Roma, Paolo Rongoni, ha spiegato qual è il segreto per riuscire...

Dal Network

  Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio,...

Gli USA pronti a ospitare le 32 squadre da tutto il mondo Nell’estate del 2025,...
Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica...

Altre notizie