Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

De Rossi: “Si può giocare anche senza Dybala e Lukaku. Le scelte non dipenderanno dai diffidati”

Il tecnico giallorosso ha risposto alle domande dei cronisti in vista della sfida di ritorno di domani tra la sua Roma e il Brighton di De Zerbi222

Daniele De Rossi

Domani alle ore 21 è in programma la sfida di ritorno di Europa League, che deciderà il passaggio del turno e, dunque, chi tra la Roma e il Brighton andrà ai quarti di finale di coppa.

Dopo una prestazione di andata decisamente straordinaria, la Roma di Daniele De Rossi atterra in Inghilterra con quattro gol di vantaggio sulla squadra di De Zerbi. In vista del match di domani, l’allenatore giallorosso ha tenuto oggi la conferenza stampa pre-partita.

Cosa ti piace della Premier?
“Tutto. Dagli stadi ai grandissimi allenatori e giocatori. È tutto affascinante”.

Che tipo di partirà sarà domani? Gestire il vantaggio ti preoccupa?

“La gestione per un calciatore è il pane. Gestire i momenti, i risultati, il proprio corpo.  Sbagliamo se diamo alla parola gestione un significato negativa. Non significa essere in vantaggio di 4 gol e chiudersi in area per sperare che gli avversari non ne facciano altri 4. Gestire vuoldire riconoscere le fasi della partita, riconoscerele condizioni dell’avversario e se c’è stata una partita in cui l’abbiamo fatto era la gara dell’andata dove nel secondo tempo loro hanno preso il pallino in mano che è una cosa che succede anche in Premier League.  Noi siamo stati bravi a colpirli in contropiede e fargli male. Questo viene dopo un percorso di crescita e conoscenza tra me e la squadra e tra i giocatori stessi. Io posso fare dei cambi, ma loro devono gestire ogni pallone e ogni pallone è una storia a se”.

Come stanno Lukaku e Dybala? 

“Paulo sta bene, è partito con noi. Lukaku ha questo problema all’anca che si porta fuori da un po’ e ogni tanto ritorna. Bisogna gestirlo con un po’ di riposo, non so dirti quanto, ma ha detto che non ce la faceva a partire con noi”.

Da giocatore sei stato protagonista di diverse rimonte? Cosa hai imparato?

“Tutti in ogni partita c’è il rischio di prendere più gol di quelli che si immaginavano. Il Brighton non pensava di perdere 4-0. All’andata abbiamo fatto un primo tempo eccezionale dove meritavamo di andare in vantaggio e dopo pochi minuti hanno colpito un palo loro. Un gol dopo sei minuti può cambiare la partita, anche se prendi gol dopo pochi minuti non è un dramma dobbiamo continuare a giocare da squadra. Dobbiamo essere consapevoli che nella gara di andata il Brighton ha avuto 4-5 occasioni da gol così come anche noi. Sono due squadre che segnano. Se dovessimo fare 1 o 2 gol che è la media che abbiamo, subirne sei sarebbe tanta roba per il Brighton. I numeri ci dicono che segnamo un paio di gol a partita e questo potrebbe chiudere il discorso. Ti ronza in testa il risultato è ovvio. Sono stato calciatore, forse un millimetro di rilassatezza ce lo puoi avere come loro potrebbero avere ansia nel guardare il cronometro. C’è anche un aspetto mentale che tutti ci portiamo dentro”.

Nelle sue migliori previsioni, immaginava di avere un rialzo così con la Roma?

“Tutte le grandi squadre hanno momenti di calo ma poi si rialzano. Sono contento del percorso che stiamo facendo insieme e nei miei migliori auspici c’era questa partenza, non solo a livello di risultati, ma anche a livello di feeling con la squadra. Sono soddisfatto e partita contro partita vedo che la squadra va sempre meglio. Per me, arrivare alla sosta con un buon risultato domani sera è il miglior inizio che potevo avere con la Roma”.

Nella fase difensiva cosa dovete migliorare e che Brighton ti aspetti?
“Hanno tanti attaccanti con differenti caratteristiche. Mi aspetto che Roberto ci stupisca, dal punto di vista delle scelte ovviamente, non che ci coglie impreparati. La squadra che ho visto a Roma è competitiva e noi preparati per non concedergli niente. De Zerbi è geniale e sorprendente, ma non mi aspetto stravolgimenti di moduli. Sarà sicuramente una partita divertente, ma noi dobbiamo fare una partita pensando a fare gol e non a non prenderli”.

Peseranno i diffidati sui titolari di domani?

“No, vanno in campo i migliori. Faccio tante considerazioni ma non sui diffidati. E non dirò ai giocatori diffidati di stare attenti per non prendere il giallo, sarebbe cominciare la partita nel modo sbagliato. Ovviamente, non devono prendere gialli inutili a prescindere, ma se gli dici di non prendere giallo, poi, prendono il rosso”.

ECCO LE PAROLE A SKY SPORT

 

 

 

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

AS Roma
La Roma di De Rossi è arrivata a Trieste e fra poco si dirigerà verso...
Il Monza ha risposto via social a mister Daniele De Rossi, che ha ringraziato i...
De Rossi / Milan-Roma
Le dichiarazioni di De Rossi ai canali ufficiali del club in vista della partita di...

Dal Network

  Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio,...

Gli USA pronti a ospitare le 32 squadre da tutto il mondo Nell’estate del 2025,...
Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica...

Altre notizie