Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Conferenza stampa, Mazzarri: “Roma forte ma dobbiamo pensare a noi stessi. Mi aspetto una prestazione importante”

Le parole del tecnico granata in conferenza

Giornata di rifinitura e conferenza anche in casa Torino di Walter Mazzarri, che alle 13.25 ha parlato in conferenza stampa.
Queste le sue parole:

Sulla partita di domani.
“Sulla Roma c’è da dire poco, sono una squadra molto forte. E la tradizione del Toro in quello stadio non è positiva. Noi però dobbiamo pensare a noi stessi, perché se stiamo ben messi in campo ce la possiamo giocare, dobbiamo solo essere più concreti quando dobbiamo finalizzare. Da qualche partita raccogliamo meno di quanto seminiamo. Abbiamo lavorato anche su questo. A Roma mi aspetto una prestazione importante anche se ci mancherà qualcuno: i ragazzi lavorano sempre sui doppi ruoli, se manca qualcuno mi aspetto che chi lo sostituisce sia all’altezza”.

Il punto sugli assenti.
“Ci mancheranno Izzo, Moretti, Meité e Baselli. Lukic lo abbiamo convocato ma ha fatto il primo allenamento stamattina, vedremo domani in che condizioni è e che contributo potrà dare. Non è detto che il modulo di gioco sarà il solito”.

Ancora sulla Roma.
“Affrontare subito squadre forti all’inizio dell’anno non è un vantaggio ma non bisogna fare calcoli. A livello di interpretazioni delle gare bisogna farle al 90% come nel girone di andata, bisogna migliorare di quel 10% che ci ha portato a commettere certe ingenuità”.

Sui Primavera aggregati in gruppo.
“In questo momento stiamo facendo allenare con noi con maggiore continuità i giocatori della Primavera. Se in questa partita ci fosse bisogno, Adopo potrebbe giocare, è un giocatore che potrebbe diventare importante anche nel futuro, ha una struttura fisica importante ma gli manca ancora un po’ di malizia. Anche Millico ha delle qualità importanti, quando uno fa tutti questi gol vuol dire che qualcosa di buono ce l’ha, deve un po’ migliorare nel gioco senza palla. Ferigra si allena con noi dall’anno scorso. Tutti i ragazzi che fanno bene con la Primavera crescono se stanno a contatto con la prima squadra”.

Sull’eliminazione dalla Coppa Italia.
“A volte nel calcio ci sono delle delusioni come l’eliminazione della Coppa Italia, ma bisogna subito reagire. Anche Rincon, che è uno dei giocatori che incarna di più lo spirito della squadra, ha detto che siamo tutti arrabbiati: spero che quello che ha dentro, che ho dentro anche io si possa trasformare domani in qualcosa di importante”.

Su Zaza.
“L’abbiamo recuperato, mi sembra che stia bene, è a disposizione. Se mi aspetto qualcosa di particolare da lui in questo ritorno? No, mi aspetto che come tutti dia il massimo quando lo chiamerò in causa”.

Su Iago Falque.
“Anche contro la Fiorentina ha fatto discretamente. Nel primo tempo ha un po’ sofferto ma secondo me ha fatto bene. Sta bene e spero che lo faccia vedere domani”.

PROBABILE FORMAZIONE

TORINO 3-5-2: 39 Sirigu, 3 Lyanco 33 Nkoulou 30 Djidji, 29 De Silvestri 88 Rincon 15 Ansaldi 27 Parigini 34 Aina, 14 Iago Falque 9 Belotti. All. Mazzarri 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News