Resta in contatto

Edicola

L’Edicola, si prepara la firma di Zaniolo. Oggi incontro per la questione Stadio della Roma

Oggi l’incontro tra la sindaca Raggi e la stampa per la questione Stadio della Roma, intanto la dirigenza giallorossa prepara la firma di Zaniolo

Dopo il pareggio con il Milan, Di Francesco si è ripreso la sua Roma dimostrando che ognuno deve avere la sua chance. I giocatori lo hanno ripagato mostrando gli elementi da cui ripartire. Schick fa l’ala, e rompe gli equilibri di catena davanti a Karsdorp che ha tenuto botta contro i rossoneri, pur mostrando limiti difensivi. Il tecnico giallorosso ha ritrovato, poi, De Rossi, che si è dimostrato una delle poche certezze di questa Roma, riuscendo a cambiare la tenuta mentale di tutta la squadra. Chi, invece, più di tutti gli altri sta imparando come lasciare il segno è Zaniolo: il giovane talento classe ’99 per l’ennesima volta ha dimostrato, grazie a gol e prestazione, come riesce ad abbinare forza fisica e qualità delle giocate. La questione rinnovo sarà affrontata a breve dalla dirigenza della Roma che potrebbe arrivare a una cifra di circa 2 milioni a stagione pur di tenersi stretta il giocatore. Buona notizia arrivata ieri sera è l‘infortunio di Marega, bomber del Porto, che molto probabilmente dovrà saltare le due gare valide per gli ottavi di finale di Champions League contro la Roma, che negli ultimi giorni è arrivata a 43 mila biglietti venduti per la gara di andata che si giocherà all’Olimpico.

Per quanto riguarda la questione Stadio della Roma, dopo aver archiviato il teatrino in merito alla Commissione Trasparenzaoggi la sindaca Raggi presenterà alla stampa la relazione del Politecnico di Torino sulla viabilità intorno al nuovo stadio.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Edicola