Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Roma-Porto, Ferrero: “Stasera la Roma deve vincere per forza, l’impresa non è impossibile”

Il Presidente della Sampdoria: “Stasera sono impegnato per lavoro e non sarò all’Olimpico a vedere la partita. Schick?  E’ un giocatore meraviglioso, serve tempo”

Il Presidente della Sampdoria Massimo Ferrero, che non ha mai nascosto la sua fede giallorossa, è intervenuto ai microfoni di RMC Sport, durante la trasmissione Maracanà. Il patron dei blucerchiati ha parlato anche della Roma, impegnata questa sera nella sfida contro il Porto in Champions League, del futuro stadio di Tor di Valle, e della questione sullo Stadio Flaminio. Qui un estratto delle sue dichiarazioni:

Sulla Roma
“Stasera sono impegnato per lavoro e non sarò all’Olimpico a vedere la partita. Deve vincere per forza, l’impresa non è impossibile con il Porto. Se i giocatori avranno cuore e testa, possono farcela. Schick? Serve ancora tempo, è un giocatore meraviglioso. Un conto però è giocare nella Samp, in una piazza tranquilla, un conto è giocare a Roma”.

Sul Flaminio
“E’ uno scandalo, non mi ricevono e non mi rispondono al telefono. Ho aperto l’academy della Samp a Roma. Diamo una casa a questi ragazzi. Il Governo, nella persona di Giorgietti o di Salvini, parlano di sviluppare le nuove generazioni di italiani, ma dove li facciamo giocare questi ragazzi se non ci sono gli impianti? Ho detto che lo ristrutturo personalmente, ci penso io. Con noi diventerebbe la casa dei ragazzi di Roma. Non voglio farci case ma campi sportivi. Non ho mai parlato con la sindaca Raggi ma con l’assessore Frongia, che mi ha detto ‘vediamo’. Non trovo a Roma uno spazio. Giochiamo a Tor di Quinto nei campi della polizia, che ringrazio. Ma è normale questo? Non chiedo che mi venga regalato, ma vogliamo farci una casa per i ragazzi per lo sport. Faccio un appello alla Raggi: ci vuoi ricevere, ci vuoi dare il Flaminio, lo rimettiamo noi a posto e sarà una cosa che sarà ricordata? Sarà una città dello sport. Serve aggregare i ragazzi”.

Sullo stadio della Roma
“Ho sentito la sindaca che vuole andarci allo stadio senza auto, ma non abbiamo tutte queste metro. Non si può sentire una cosa del genere. Vogliamo la gente allo stadio e gli diciamo pure come devono venire?”.

QUI L’INTERVISTA INTEGRALE

7 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

7 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News