Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Malagò: “In passato mi hanno proposto due volte di diventare presidente del club giallorosso”

Mourinho

“Ho visto più di cento derby. Di alcuni ho ricordi pazzeschi, meravigliosi, indelebili”

Giovanni Malagò, presidente del CONI, ha rilasciato un’intervista a La Gazzetta dello Sport. Ecco alcune delle sue parole: “Ho visto più di cento derby. Di alcuni ho ricordi pazzeschi, meravigliosi, indelebili; di altri molto tristi. Passano gli anni, però si capisce che intorno a questo appuntamento c’è sempre qualcosa di diverso, speciale, emozionante. Il comportamento di tutti dovrebbe essere sempre esemplare, anche perché penso che Lazio-Roma sia una vetrina incredibile per vendere l’immagine di una città e, a volte, del Paese intero. Non mi stancherò mai di dirlo, lo sport, innanzitutto il calcio, dovrebbe essere sempre il veicolo di valori positivi”.

Ha dichiarato poi sul sito Il Romanista: “Ho visto più di 100 derby, trovo penoso chi nasconde il suo tifo per una squadra di calcio. Questo mi toccherà vederlo alle 3 di notte nella mia stanza d’albergo a Bangkok, ma lo faccio per la passione che ho per questo lavoro. Lo Stadio della Roma? Qui fare le cose è complicato, io ne so qualcosa per le Olimpiadi. Ma è assurdo che la Roma non abbia uno stadio. La vostra battaglia contro il caro-biglietti è giusta, con me sfondate una porta aperta. In passato mi hanno proposto due volte di diventare presidente del club giallorosso. In futuro? Chi può dirlo…”

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News