Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

L’Avversario, la Spal di Semplici: un mix di tattica e esplosività

Gli emiliani sono a caccia della loro seconda salvezza consecutiva

Lo scorso anno la Roma di Eusebio Di Francesco passeggiò a Ferrara contro la Spal: era il 21 aprile, una giornata di sole meravigliosa, i giallorossi che volavano in Champions League (dopo la notte da sbornia contro il Barcellona) e in campionato rincorrevano il terzo posto. Jonathan Silva e Schick le sorprese di quella gara, El Shaarawy e Nainggolan le certezze.

Un anno dopo, il panorama è totalmente cambiato: la Roma non incanta più in Europa e insegue in maniera affannosa un posto in Champions League, davanti una Spal più matura che ha aggiunto esperienza e qualità al suo schieramento. Più scelte in difesa, più geometria in mezzo al campo e la fisicità di Petagna in attacco.

Rispetto allo schieramento dell’ultimo match giocato a Ferrara, la Spal ha mantenuto il suo modulo tattico: difesa a 3 ben compatta davanti a Viviano, un centrocampo a 5 impreziosito dall’enorme dinamicità degli esterni (su tutti, Lazzari, già convocato in nazionale da Roberto Mancini) e davanti si alternano Antenucci e Paloschi accanto a Petagna (a quota 10 reti in 25 presenze stagionali).

La squadra di Semplici ha finora mostrato un rendimento altalenante: capace di far punti su campi importanti (vedi Roma nella gara del girone di andata) si è spesso smarrita davanti a squadre del suo calibro.
La vittoria in campionato manca dal 27 gennaio, quando gli emiliani si aggiudicarono il derby contro il Parma al Tardini; mentre è da settembre (precisamente il 17) che la Spal non vince davanti al suo pubblico: 2-0 contro l’Atalanta, grazie alla doppietta dell’ex di turno Petagna.
A fronte di 41 gol subiti, sono arrivati solo 23 reti siglate in 27 giornate di Serie A: una difficoltà che ha permesso agli uomini di Semplici di racimolare solo un punto nelle ultime 5 gare.

Dal 1952/53 ad oggi, contando Serie A e Coppa Italia, Roma e Spal si sono incrociate già 35 volte con 14 vittorie giallorosse, 11 emiliane e 10 pareggi. Solo l’ultimo precedente si è giocato nel riammodernato stadio “Paolo Mazza“, un gioiellino per una società in crescita e con grande ambizione.
Un impianto di circa 16.000 posti che ospiterà anche i 1.500 tifosi giallorossi che seguiranno la Roma a Ferrara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

De Rossi sfida Palladino, la guida tattica in vista dell'incontro all'U-Power Stadium: analisi del gioco,...
Quello di sabato sarà il secondo confronto nel massimo campionato italiano all'U-Power tra giallorossi e...
torino juric
La panoramica generale sui prossimi avversari dei giallorossi: analisi della rosa e possibili scelte tattiche...

Dal Network

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica...
Si affrontano due nazioni di grande tradizione, anche se negli ultimi anni il parco giocatori...
E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri, 1...