Resta in contatto

Rassegna Stampa

Il Messaggero, “Ranieri torna sul luogo dei ricordi: a Marassi l’esordio e anche l’addio”

La Champions della Roma passa per Genova e il Genoa

Un binomio che ai tifosi giallorossi strappa un sorriso ripensando al colpo di testa di Pruzzo dell’8 maggio del 1983 e che invece a Ranieri evoca ricordi contrastanti. Positivi ripensando al 4 novembre del 1973, quando proprio contro i rossoblù, Manlio Scopigno decise di farlo esordire in serie A a 22 anni. Trentotto anni dopo, sempre Genova, il Genoa e Marassi segnano invece l’epilogo della prima avventura in panchina del Ranieri allenatore che soltanto qualche mese prima aveva sfiorato un’impresa che non avrebbe avuto nulla da invidiare a quella poi riuscitagli nel 2016 con il Leicester. Una sconfitta per 4-3, dopo essere stato in vantaggio per 3-0 con le reti di Mexes, Burdisso e Totti fino al 52’, che alzò polveroni, mille dubbi e sospetti, ai quali l’allenatore – dopo 4 sconfitte consecutive, Champions compresa – replicò con la solita classe che lo contraddistingue, rassegnando le dimissioni e lasciando sul piatto 800mila euro.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Agostino Di Bartolomei

Ultimo commento: "Bravo, il più bel commento sul grandissimo e inarrivabile Ago!"

Nils Liedholm

Ultimo commento: "Pure io diventai giallorosso per il Barone e per Falcao e dato che abito a Torino pure per il gusto di contrastare la odiata juventus e tutti gli..."

Giuseppe Giannini

Ultimo commento: "Capitano mio capitano quanto ne sarei felice se allenassi un giorno la nostra amata Roma. Grazie Peppe"

Francesco Totti: uomo, capitano e leggenda

Ultimo commento: "Colui che ha rappresentato tutto ... l'amore della mia vita per il calcio e per questa squadra..."

Daniele De Rossi

Ultimo commento: "Il solo capitano degno di Agostino"
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

Altro da Rassegna Stampa