Resta in contatto

Edicola

L’Edicola, la Roma pareggia a Marassi e l’Atalanta si allontana. La Champions ora è un’impresa

Tutta la rassegna stampa in un click

IL MESSAGGERO – La solita distrazione e l’ennesimo regalo, a 3 giornate dal traguardo, rischiano di essere fatali alla Roma. I giallorossi a 10 minuti dal termine vanno in vantaggio grazie al solito gol di Stephan El Shaarawy ma sul finale vengono raggiunti dalla rete di Romero. Mirante para il rigore decisivo che avrebbe potuto regalare i tre punti al Genoa. A fine gara è proprio il Faraone ha parlare ai microfoni: “E’ un punto guadagnato. Speriamo possa servire alla rincorsa Champions”. Il 92 giallorosso ora aspetta il rinnovo.
L’Atalanta, con la vittoria all’Olimpico, si allontana. L’obiettivo dei giallorossi per la prossima stagione rimane Antonio Conte: al tecnico ex Chelsea non interessa la Champions ma vuole chiarezza sul progetto del club capitolino.
Ora testa alla Juventus: contro i bianconeri tornano De Rossi e Santon, ma Florenzi è out.

LA GAZZETTA DELLO SPORTSi fa in salita la strada per la Champions della Roma: i giallorossi con una prestazione sotto le aspettative escono con un solo punto da Marassi e ora si giocano tutto contro la Juventus.
A fine gara entrambi gli allenatori hanno parlato: Prandelli si è soffermato nel ringraziare il pubblico che ha sostenuto la squadra fino alla fine mentre il tecnico romano, Claudio Ranieri ha confermato la possibilità di qualificarsi per la prossima Champions League vincendo le partite rimanenti.
A fine gara Alessandro Florenzi si è fermato per un infortunio alla coscia destra: è il quarantanovesimo stagionale per i giallorossi. Contro la Juventus rischia Fazio.
Ieri al Tre Fontane la Primavera di Alberto De Rossi ha portato a casa il secondo pareggio consecutivo. Dopo il 2-2 contro la Fiorentina, infatti, i baby giallorossi hanno pareggiato con lo stesso risultato anche contro il Cagliari.

CORRIERE DELLA SERAIl Marassi genoano è l’incubo di Claudio Ranieri. Nella sua prima esperienza romanista fu la partita che gli costò la panchina, ieri ha compromesso la rincorsa alla Champions League dei suoi ragazzi. Il tecnico romano ha fine gara si è soffermato sul rigore parato da Antonio Mirante: Spero che il rigore parato ci possa permettere di agganciarci al treno Champions”.

CORRIERE DELLO SPORT – Le gare che si erano concluse prima del fischio di inizio di Marassi hanno imposto alle due squadre di giocarsela senza fare calcoli. Genoa e Roma dovevano vincere. Una per allontanarsi dalla zona retrocessione, l’altra per avvicinarsi alla zona Champions. Nessuna delle due ha vinto. Entrambe hanno portato a casa un punto di poca utilità. A fine gara il tecnico giallorosso sprona i ragazzi chiedendo a tutti di non arrendersi e si è soffermato sull’importanza del rigore parato da Mirante. I giallorossi per conquistare la prossima Champions League avranno bisogno di 9 punti e di sperare in un passo falso dell’Atalanta.
Allontanandosi un attimo dal campo, i riflettori sono puntati sul rinnovo di Stephan El Shaarawy, che ieri ha messo a segno l’undicesima rete stagionale, e sul possibile arrivo di Gianluca Petrachi. Il ds granata ha affermato di voler parlare lui stesso con il presidente Cairo senza dover mettere in mezzo la dirigenza giallorossa.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Francesco Totti: uomo, capitano e leggenda

Ultimo commento: "Colui che ha rappresentato tutto ... l'amore della mia vita per il calcio e per questa squadra..."

Giuseppe Giannini

Ultimo commento: "Il mio primo vero amore... un sogno vederlo sulla panchina della Roma come allenatore"

Agostino Di Bartolomei

Ultimo commento: "Finire il vostre preoccupazioni d denaro stupido la mia offerta di prestito. Offro di 5000 ha 200 000 000 € un interessato del 3% per anno e-mail:..."

Daniele De Rossi

Ultimo commento: "Il solo capitano degno di Agostino"

Nils Liedholm

Ultimo commento: "Grande Barone! Iniziai allora a tifare la Roma, per la sua zona totale e quel genio di Falcao!"
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

Altro da Edicola