Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Edicola

L’Edicola, Fonseca ad un passo dalla Roma. Manca l’ok dello Shakhtar

Tutta la rassegna stampa in un click

IL MESSAGGERO – Paulo Fonseca, candidato numero 1 per la panchina della Roma, a Madrid ha incontrato il club giallorosso. Il tecnico dello Shakhtar ha ascoltato la proposta dei capitolini chiedendo delucidazioni sulla questione ambientale, tecnica e anche economica. Rimandendo sull’argomento “allenatori”, retroscena dall’Olanda sull’affare ten HagRoma: i Lanciari dell’Ajax avrebbero rifiutato di cedere il tecnico ai giallorossi dopo il mancato acquisto di Ziyech nella scorsa estate.

Questione Stadio della Roma: per la prima volta la Sindaca Raggi ha ventilato la possibilità di mettere fine al progetto. Queste le sue parole: “I privati devono rispettare i patti, prima realizzino le opere pubbliche e poi il campo di calcio“.

LEGGO – A meno di clamorose sorprese, Paulo Fonseca sarà il nuovo allenatore della Roma. Il portoghese ha incontrato Petrachi e Fienga a Madrid. Il club capitolino avrebbe offerto all’attuale tecnico dello Shakhtar un triennale da 2,5 milioni più bonus a stagione. L’unico nodo rimane convincere il club ucraino a liberarlo.

Per sostituire Edin Dzeko, ad un passo dall’Inter, la Roma sta pensando a Luis Muriel, che è tornato da poco al Siviglia,dopo il mancato riscatto della Fiorentina. Il bomber colombiano interessa anche alla Sampdoria e all’Atalanta, in caso di cessione di Duvan Zapata. Il costo del cartellino non è eccessivo, 15 milioni di euro.

LA GAZZETTA DELLO SPORT – Dopo i “no” incassati da più allenatori, la Roma potrebbe aver trovato il tecnico per la prossima stagione: si tratta di Paulo Fonseca. Dopo l’incontro tra gli emissari della Roma e l’entourage del portoghese, dove le due parti si sono date le rispettive disponibilità, ora bisogna convincere lo Shakhtar a toglierli la clausola di 5 milioni di euro. Fonseca avrebbe chiesto ai giallorossi di non voler perdere alcuni giocatori chiave della squadra, ma chi quasi sicuramente perderà è Edin Dzeko. Il bosniaco è ad un passo dall’Inter ed avrebbe accettato un triennale a 4,5 milioni più bonus.

Diego Perotti ha parlato ai microfoni di Fox Sports Argentina. Questo  le sue parole: «A Roma sto bene, voglio rispettare il contratto».

Dopo il mancato rinnovo di Daniele De Rossi, con il conseguente addio, un altro tema caldo per quanto riguarda i rinnovi è quello di Bruno Conti. L’ex  ala giallorossa ha voglia di continuare a lavorare per la Roma e allo stesso tempo la Roma non vuole perdere un altro pezzo di storia.

IL TEMPO – Entro la fine di giugno si separeranno le strade della Roma e di Dzeko.Il centravanti ha già trovato un’intesa di massima con i nerazzurri per un contratto di due anni con opzione per il terzo, con una base di stipendio di circa 4 milioni più bonus. Nessun passo in avanti per il rinnovo di Zaniolo.La Roma non ha intenzione di cederlo e lo blinderà, resistendo agli assalti delle big europee, in particolare quello del Real Madrid.

La Roma è vicina a prendere un allenatore: da ieri Paulo Fonseca è diventato il candidato numero 1, con buone chance di fumata bianca. Tra domani e venerdì toccherà all’agente del portoghese incontrare il patron ucraino e convincerlo a cancellare (o abbassare) la clausola che lo lega al club.

LA REPUBBLICA – Petrachi e Fienga sono volati per incontrare i rappresentanti di Paulo Fonseca, offrendogli un triennale da 2,5 milioni di euro più bonus. La Roma vuole prendersi ancora qualche ora per essere sicura della sua scelta.

Ieri la Raggi è andata all’attacco dell’impianto giallorosso: “Basta chiacchiere, domani(oggi, ndr) è in programma un tavolo tecnico sullo stadio tra Campidoglio e club. Il mio unico interesse è che la Roma mantenga gli impegni con la città: prima le opere pubbliche per i cittadini, poi il campo di calcio“.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Edicola