Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Tradizione sportiva, la Roma è terza. Sesta per trofei, quarta come ranking in Italia

Nella particolare classifica stilata dalla Figc, la Roma ne esce da protagonista

Il concetto di tradizione sportiva è un criterio concepito in Italia dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC), l’organo di governo sportivo nazionale concernente il calcio, e applicato in circostanze quali i casi di ripescaggio in ognuna delle tre divisioni a carattere professionistico e nella ripartizione dei diritti televisivi.

Per stilare questa particolare graduatoria, i criteri adottati dalla federazione sono:

10 punti per la partecipazione a ogni edizione della Serie A dalla sua introduzione nella stagione 1929-30;
7 punti per la partecipazione a ogni edizione della Serie B dalla sua introduzione nella stagione 1929-30;
4 punti per la partecipazione a ogni edizione della Serie C/Lega Pro dalla sua introduzione nella stagione 1935-36 alla stagione 1977-78 e dalla reintroduzione del 2014-15;
4 punti per la partecipazione a ogni edizione della Serie C1/Lega Pro Prima Divisione dalla sua introduzione nella stagione 1978-79 alla stagione calcistica 2013-14;
2 punti per la partecipazione a ogni edizione della Serie C2/Lega Pro Seconda Divisione dalla sua introduzione nella stagione 1978-79 alla stagione calcistica 2013-14;

CLASSIFICA

 

In modo simile, la Federcalcio stabilì diversi punteggi alle vittorie dei club nelle tre competizioni organizzate dalla Lega Nazionale Professionisti Serie A (LNPA) e nelle tre competizioni stagionali gestite dalla Union of European Football Associations (UEFA), includendo nel conteggio la Coppa delle Fiere, in quanto competizione progenitrice dell’Europa League. Ecco i criteri: 

4 punti per ogni campionato di calcio vinto e riconosciuto dalla FIGC dalla sua introduzione nel 1898;
2 punti per ogni Coppa Italia vinta;
1 punto per ogni Supercoppa italiana vinta;
5 punti per ogni Coppa dei Campioni/Champions League vinta;
3 punti per ogni Coppa delle Coppe vinta;
2 punti per ogni Coppa UEFA/Europa League vinta.
2 punti per ogni Coppa delle Fiere vinta.

CLASSIFICA

Infine il ranking. Questo è l’attuale valore della tradizione sportiva di ciascuno dei 65 club che hanno militato, per partecipazione diretta o per continuità giuridica con società loro progenitrici, nel campionato di Serie A dalla creazione della categoria nella stagione calcistica 1929-30. In caso di parità, prevale il club che ha disputato il maggior numero di campionati secondo i criteri di punteggio considerati dalla FIGC:

(Dati e grafiche da “Wikiwand.com”)

 

6 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News