Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Roma, c’è la Dea. Dzeko-Gomez: destini incrociati all’Olimpico

I due oggi si ritroveranno uno di fronte all’altro per una sfida che sa di Champions

Se alcuni incastri di mercato si fossero concretizzati, forse oggi Alejandro Gomez ed Edin Dzeko giocherebbero insieme in giallorosso. I due invece si ritroveranno oggi all’Olimpico uno di fronte all’altro e saranno i due uomini ai quali si aggrapperanno i rispettivi tecnici per portare a casa una vittoria importantissima.

Il bosniaco è a tutti gli effetti il punto di riferimento dell’attacco di Fonseca, essendone non solo il terminale principale ma anche il regista. Non a caso il portoghese non rinuncia mai a lui: “Mi piacerebbe farlo riposare – ha detto in conferenza stampa – proprio come Kolarov, ma in questo momento non posso. Lui e Aleksandar per noi sono giocatori troppo importanti“. Il numero nove in tutto ciò ha già timbrato il cartellino quattro volte in cinque partite, non segnando solo contro la Lazio.

Dall’altra parte invece Gasperini si affiderà soprattutto all’estro dell’attaccante argentino, che in questo inizio di stagione ha già dimostrato tutta la sua duttilità sul fronte offensivo. Il Papu è ancora alla ricerca del primo gol quest’anno, sebbene abbia già confezionato tre assist per i compagni. La Roma è un avversario a cui ha fatto spesso male, con 4 reti e 7 assist in 14 partite. Lo scrive oggi La Gazzetta dello Sport.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa