Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Conferenze stampa

Fonseca: “Kalinic inizierà la partita. Ci aspetta una partita molto difficile” (VIDEO)

“E’ una squadra molto forte in contropiede e dal punto di vista fisico”


Il tecnico portoghese Paulo Fonseca si è presentato allo Stadium Graz Liebenauer per la conferenza stampa di rito prima della seconda giornata di Europa League contro il club austriaco del Wolfsberger. Queste le sue dichiarazioni:

Che tipo di partita si aspetta domani contro un avversario “a sorpresa” dopo la vittoria in Germania?
Buonasera, ovviamente ci aspettiamo una partita difficile contro un avversario che ha vinto 4-0 all’esordio con il Borussia Monchengladbach. Una squadra di qualità, ho avuto modo di vedere la partita, il risultato riflette il valore di questa squadra, aggressiva in fase difensiva e pericolosa nel contropiede.

Kolarov e Dzeko non hanno mai riposato, possono partire dalla panchina e c’è la possibilità di vedere Kalinic?
Non vi rivelerò se giocheranno o meno, lo vedrete domani. Anche loro hanno bisogno di tirare il fiato, hanno giocato tutte le partite.

Le assenze di Pellegrini e Mkhitaryan in qualche modo la costringono a delle scelte obbligate. Se la Roma domani riuscisse a vincere ipotecherebbe la vittoria nel girone?
Come ho sempre detto quello che conta per noi è la prossima partita, scenderemo in campo con l’ambizione di vincere come facciamo in ogni gara. Per le assenze di Pellegrini e Mkhitaryan ci sono altri giocatori che godono della mia completa fiducia e so che faranno un’ottima partita.

A Lecce era sembrato da subito che Pellegrini avesse un infortunio di un certo tipo, mentre sembrava più ottimista su Mkhitaryan che invece sarà fermo per 3 settimane. Si portava già questo problema fisico da tempo?
Per quanto riguarda Mkhitaryan già lamentava un fastidio all’adduttore. Con questa intensità e partite ravvicinate era normale che avvertisse qualche fastidio, lo avevamo fermato contro l’Atalanta per farlo riposare, ma è un normale risentimento.

Kalinic è arrivato al punto di poter giocare dopo un mese di allenamenti con la squadra e anche Zappacosta può giocare?
Mi volete costringere a rivelarmi la formazione (ride, ndr). Farò una concessione, sia Kolarov che Dzeko hanno bisogno di tirare il fiato. Kalinic inizierà la partita e sta bene dal punto di vista fisico. Zappacosta invece non è ancora in grado di sostenere una partita intera.

Vedendo questa squadra giocare a Monchengladbach sembra che fisicamente dà molto, come l’Atalanta. Domani sarà un’altra prova dura e fisica per la Roma, la formazione e il tipo di gioco di domani rifletteranno questo aspetto?
È curioso quello che mi chiede perché qualche giorno fa mi avevano detto “Mister giochiamo contro l’Atalanta d’Austria”. Anche questa è una squadra fisicamente forte e aggressiva nei duelli, ma non gioca uomo contro uomo a tutto campo, è una squadra reattiva e pressa quando perde palla, presente nei duelli fisici.

Avete visto già il Wolfsberger live?
No, ma oggigiorno esiste una tale gamma di strumenti che non è necessario vederle live.

(CLICCA QUI PER AGGIORNARE)

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Conferenze stampa