Resta in contatto

Rassegna Stampa

Kluivert: “Grazie Fonseca: dopo la Roma ora la nazionale”

I ruoli si sono invertiti. La scorsa stagione Justin Kluivert soffriva a Roma e rinasceva in Olanda

Quest’anno invece in Italia si sente stimato, amato e coccolato, mentre in patria, oltre a soffrire un po’ la pressione della stampa, non vive un momento felicissimo. Da una parte vorrebbe giocare con la nazionale maggiore, e ripete ogni volta che parla di come quello sia il suo obiettivo, anche a breve termine, dall’altra è “turbato”, parole sue, perché il c.t. dell’Under 21 lo sostituisce e lui non riesce a rendere come vorrebbe. 

Meno male che c’è Fonseca, per il ventenne figlio d’arte, e meno male anche, per lui, che la Roma ha avuto e ha tuttora l’attacco dimezzato. Da agosto Kluivert ha trovato continuità e fiducia, giocando 8 partite su 9 con la Roma, saltando, poi, l’unica sconfitta, quella contro l’Atalanta.

Per la Roma si è raccontato sul sito tra i suoi ricordi d’infanzia, l’ammirazione per il padre (“è il mio idolo”), il momento migliore della sua carriera (“finora il debutto con l’Ajax”), il sogno di andare alle Maldive e gli stadi che preferisce al mondo: l’Olimpico, Ajax Arena e lo Juventus Stadium. Di Roma dice che ama il cibo, il tempo e la Roma, “che è il miglior club che c’è in città”. Lo riporta La Gazzetta dello Sport.

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Rassegna Stampa