Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Spinazzola c’è, dubbio Mkhitaryan

Per Cristante e Kalinic se ne riparlerà dopo la sosta natalizia

Dopo aver recuperato Under e Diawara, che sarà al 100% dopo la sosta, la Roma si appresta a riabbracciare Mkhitaryan e Pellegrini con la speranzi di avere a disposizione Spinazzola. Il terzino ha saltato la trasferta in Germania a causa di un leggero affaticamento muscolare e in accordo con i dottori Fonseca ha preferito non convocarlo.

C’è fiducia sulla possibilità di averlo per Parma dove il mister terrà anche la conferenza stampa. Spinazzola sta lavorando duramente per rientrare subito in modo da non rischiare di dove rsaltare anche la convocazione dell’Italiache giocherà anche contro l’Armenia. Proprio l’Armenia spera di poter contare su Mkhitaryan tornato negli ultimi giorni a svolgere un lavoro individuale con il pallone.

La sua nazionale si gioca le residue speranze di qualificazione ad Euro 2020 e farlo senza il proprio giocatore più rappresentativo riduce al minimo le speranze. Difficile comunque che Mkhitaryan, quasi pronto, possa rispondere alla chiamata.

Per Cristante e Kalinic, intanto, l’appuntamento è dopo la sosta natalizia, mentrePellegrini ha ripreso a correre sul campo in questi giorni e sta provando a forzare gli allenamenti. L’obiettivo, neanche tanto difficile da raggiungere, è di strappare la convocazione per la partita contro il Brescia del 24 novembre. Lo scrive Il Tempo.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa