Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Dan Friedkin, una passione per il cinema: ha prodotto il film sul caso Getty

187° americano più ricco nel mondo, 504° posto nella classifica globale

Cinquantaquattro anni, 4,2 miliardi di dollari di patrimonio secondo la rivista Forbes, che lo pone al 187° posto della classifica dei paperoni statunitensi, e al 504° nel mondo.

Dan Friedkin ha già raggiunto vette audaci nella sua carriera imprenditoriale, e scalpita per aggiungere nuove gemme alla collezione di avventure che ha già nel suo portfolio. Il tycoon è nato in California in una famiglia che già negli anni ’60 si era arricchita con le concessionarie di automobili. Dan ha spinto l’acceleratore nel ramo, conquistando il diritto per la sua catena Gulf State di distribuire in esclusiva le vetture Toyota in un arco di 150 concessionarie che parte dalla sede sociale di Houston per abbracciare Arkansas, Louisiana, Mississippi e Oklahoma.

E’ stato produttore esecutivo di un gioiello svedese: il film d’arte, girato intorno al mondo dei musei e delle gallerie d’arte moderna The Square (Palma d’Oro a Cannes nel 2017, e candidato all’Oscar per il migliore film straniero di quell’anno). Nello stesso anno ha prodotto The mule, con l’applauditissima interpretazione di Clint Eastwood nei panni di un ignaro corriere della droga. Lo riporta Il Messaggero.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa