Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Baldissoni e De Sanctis agli Oscar dello Sport Italiano. Giallorossi premiati per la storia legata a Nura

La Roma è stata premiata per la storia legata al giovane Nura. Di lui ha parlato Morgan De Sanctis

Mauro Baldissoni e il dirigente Morgan De Sanctis hanno partecipato alla sedicesima edizione del “Premio ASI Sport&Cultura – Gli Oscar dello Sport Italiano”. La Roma ha vinto il premio “Fabrizio Quattrocchi” per la storia legata al giovane Nura. Il giovane nigeriano a causa di un problema al cuore è stato costretto ad abbandonare il calcio: la dirigenza giallorossa gli ha affidato un incarico all’interno della società.

De Sanctis è intervenuto durante l’evento, rilasciando alcune dichiarazioni sull’ex terzino nigeriano. Ecco le sue parole: “Nura aveva un grande talento. Durante un’amichevole tra Primavera e prima squadra Rudi Garcia fu costretto a metterlo con i “grandi” per non perdere. Il suo problema cardiaco l’ha costretto a smettere di giocare quest’anno. La Roma poteva rescindere il contratto, ma ha capito il dramma umano del ragazzo. Così abbiamo studiato insieme un percorso per lui, fuori dal campo. Ora lavora come scout per il nostro settore giovanile. Da 20 giorni fa lo scout, seguito da Bruno Conti. Questa è una dimostrazione che la Roma è un grande club. La Roma non è solo club calcistico, ma anche piattaforma sociale”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News