Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Ferretti: “Tempi stretti per l’Europeo. Zaniolo torni solo quando sarà al 100%”

Le parole sull’infortunio di Zaniolo

Andrea Ferretti, professore di Ortopedia e Traumatologia, direttore della Scuola di Specializzazione all’Università Sapienza di Roma, è il responsabile dell’Area Medica della Nazionale azzurra. Queste le sue parole sull’infortunio di Zaniolo a Il Messaggero:

Zaniolo può recuperare per gli Europei?
“Tifiamo tutti per lui ma i tempi sono molto stretti. Però la Roma ha scelto la strada migliore: operazione immediata, affidata a un chirurgo di altissimo livello anche per la riabilitazione. E poi in Italia siamo al top per questo genere di interventi”.

La Roma in questi anni sembra particolarmente bersagliata da questo tipo di infortunio. Un caso?
“A quanto mi risulta a Trigoria hanno fatto di tutto e di più per correre ai ripari. Ma quando la sfortuna si accanisce…”.

Possibile che Zaniolo abbia rischiato giocando nonostante il dolore al ginocchio che lo aveva messo in dubbio?
“No perché il crociato non si rompe sul dolore. È un incidente asintomatico”.

Stanno diventando frequenti anche le ricadute. C’è il rischio di recuperi troppo affrettati?
“La chirurgia ricostruttiva deve fare i conti con i tempi biologici che variano da individuo a individuo. Zaniolo si prenda il tempo che gli serve e tornerà al 100%”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa