Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

I crociati, l’incubo di Trigoria: una maledizione senza fine

Dal 10 marzo 2014 la Roma sta vivendo una maledizione senza fine

Una maledizione senza fine o, come dice qualcun’altro, un primato non invidiabile. Diciannove crociati in meno di sei anni, la media di tre a stagione. E’ quanto sta vivendo la Roma dal 10 marzo 2014, giorno dell’infortunio di Kevin Strootman a Napoli.

Da quel giorno per l’olandese iniziò un calvario di tre operazioni sullo stesso ginocchio. Da quelo stesso giorno è successo di tutto, da doppie rotture (Florenzi e Bouah) all’infortunio di Emerson Palmieri nel Totti-day.

Sicuramente il più scioccante è stato quello di Calafiori il 2 ottobre 2018 dove, in un match di Youth League, si ruppe sia il crociato anteriore che posteriore, entrambi e menischi e la capsula. Lo riporta La Gazzetta dello Sport. 

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa