Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Infortuni, sconfitte e mercato incerto: Fonseca punta il derby per rilanciarsi

Diawara fuori almeno 40 giorni

Il gennaio nero della Roma si concluderà col derby pregno di paura e spavento. La sfida contro la Lazio è forse l’ultima spiaggia di credibilità agli occhi dei tifosi che ieri hanno contestato sui social l’atteggiamento arrendevole della squadra a Torino. C’è tensione soprattutto alla luce del grave infortunio a Diawara che era uno dei pochi a salvarsi in questo 2020. Il centrocampista ha rimediato la rottura del menisco esterno del ginocchio sinistro e, chi ha visto la lastra, parla di disastro totale.

Oggi Diawara sarà visitato dal dottor Cerulli e sarà lui a decidere se operare o tentare una terapia conservativa. Nel primo caso lo stop sarebbe di due mesi e mezzo, altrimenti potrebbe rientrare in 40-50 giorni. Quello del guineano è l’infortunio numero 34 della stagione. Si deve tornare sul mercato visto che Fonseca avrà soltanto Cristante e Veretout in mediana. A preoccupare sono anche i presenti con le prestazioni insufficienti di Florenzi, Under e Kluivert. La Roma si è scoperta senza qualità e contro la Juve ha evidenziato tutti i limiti di una rosa indebolita negli anni da esigenze di plusvalenze e scommesse esagerate. Lo scrive Leggo.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa