Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Prima Squadra

Perez: “Le parole di Fonseca mi hanno ulteriormente motivato”

La prima intervista ufficiale di Perez in giallorosso

L’esterno spagnolo arrivato dal Barcellona si è unito alla squadra di Fonseca per la prima volta nell’allenamento di questa mattina. Queste le sue dichiarazioni rilasciate al portale ufficiale asroma.com.

Benvenuto alla Roma Carles, quali sono le tue sensazioni dopo aver firmato il contratto in giallorosso?

“Grazie, ho delle sensazioni molto belle. So che lascio un club molto importante come il Barcellona, ma arrivo in un club altrettanto importante come la Roma. Sono molto felice, ho tanta voglia di iniziare ad allenarmi con i compagni. Ho parlato con il mister e sono molto motivato”.

Cosa ti ha detto Fonseca?

“Le sue parole, prima di arrivare, mi hanno molto motivato e mi hanno convinto ulteriormente nel prendere questa decisione. Mi ha detto che mi spiegherà nel dettaglio cosa si aspetta da me e non vedo l’ora di ricambiarle la fiducia che mi ha dato”.

È la tua prima esperienza fuori dal Barcellona, che aspettative hai per questo nuovo capitolo della tua carriera?

“Voglio sempre migliorare come calciatore. E credo di poterlo fare qui, è questo il motivo per cui ho scelto un club come la Roma. Soprattutto per il modo di giocare che ha questa squadra. Ho tantissima voglia di iniziare”.

Cosa ti affascina del calcio italiano?

“Diverse cose, l’intensità delle partite e il modo in cui vengono vissute qui. In Spagna si vive molto intensamente il calcio, ma da quello che ho sentito qui lo si vive persino in misura maggiore. Ho tanta voglia di indossare questa maglia e di vivere il calore del pubblico romanista, che è noto nel mondo. Vorrei confrontarmi con le difese italiane che a detta di tutti sono le più dure: questa è una motivazione ulteriore per fare bene. Non vedo l’ora di potermi misurare con gli avversari e di aiutare i compagni attraverso i gol”.

Quali sono le tue caratteristiche migliori?

“Sono un giocatore rapido, che ha il fiuto del gol. Mi piace giocare nell’uno contro uno, sia internamente sia sull’esterno. Posso giocare sia a sinistra, sia a destra, anche se preferisco la fascia destra alle due”.

In questa stagione ti stai togliendo tante soddisfazioni, dall’esordio in prima squadra, il gol in Champions e la convocazione in Under 21.

“Ho vissuto sei mesi straordinari, probabilmente i migliori della mia vita. Mi piace ricordare l’esordio con gol in Champions League in uno stadio mitico come San Siro, contro l’Inter. Ma il Barcellona rappresenta il passato, ora sono concentrato al cento per cento sulla Roma: il mio nuovo club”.

Dato che sei concentrato al cento per cento sulla Roma, quali sono i tuoi obiettivi per il futuro?

“Fare quello che il mister mi chiederà, aiutare la squadra sul campo con assist e gol. Voglio dare il mio contributo per arrivare più in alto possibile”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Prima Squadra