Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Amarcord

Amarcord, 14 febbraio 2010: la Roma vince 4-1 contro il Palermo di Miccoli, Cavani e Pastore(VIDEO)

Partita non facile dei giallorossi che ospitano il Palermo a soli 2 punti dal quarto posto. La doppietta di Brighi e le reti di Baptista e Riise regaleranno i tre punti alla Roma

Il 14 febbraio del 2010, nel giorno di San Valentino, la Roma batteva per 4-1 il Palermo nella 24′ giornata di campionato. Giallorossi chiamati a vincere sia per accorciare il gap con l’Inter capolista, sia per mantenere le distanze con il Milan terzo, a soli due punti e con una partita da recuperare. La sfida contro i rosanero non è delle più semplici, visto l’alto potenziale offensivo della squadra allenata da Delio Rossi: il Palermo parte subito in quarta, cercando più volte la via del gol. La Roma si salva grazie anche alle splendide parate di Julio Sergio, ma nel primo tempo rischia più volte di finire in svantaggio. Fortunatamente però la dea bendata sorride alla Roma, che al 33′ trova un gol abbastanza fortunoso di Matteo Brighi su sviluppo da calcio d’angolo battuto da Totti: il centrocampista giallorosso trova infatti la deviazione vincente di Bovo, che insacca involontariamente nella sua stessa porta. Il primo tempo si conclude con il vantaggio, poco meritato, della Roma per 1-0.

Nel secondo tempo entra Julio Baptista al posto di Totti, ed è proprio l’attaccante brasiliano a siglare il gol del 2-0: al minuto 53′  Cesare Bovo pasticcia nella sua area di rigore, Brighi arriva sul pallone e serve un assist al bacio per il brasiliano, che a pochi centimetri dalla porta non sbaglia. La Roma ci crede e al 62′ trova anche il gol 3-0, sempre a firma di Matteo Brighi: splendido tiro di destro da fuori area del centrocampista romagnolo, che spedisce la palla all’angolino basso della porta presidiata da Sirigu. 3-0 e partita virtualmente chiusa.

Al 78′ arriva il gol della bandiera per il Palermo: Taddei e De Rossi schiacciano Pastore al limite dell’area e per l’arbitro Tagliavento non ci sono dubbi, calcio di rigore: dal dischetto parte il solito Miccoli, che insacca accorciando le distanze. La Roma non si lascia intimidire e al 93′ Riise cala il poker giallorosso: David Pizarro serve il norvegese con un assist splendido, una palla bassa e tesa che supera tutta la linea difensiva rosanero. Il numero 17 giallorosso, di sinistro, non sbaglia e regala un’altra vittoria importantissima alla Roma di Claudio Ranieri.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Amarcord