Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Stadio Olimpico, conto alla rovescia per Roma-Lecce: ecco cosa accadrà al campo da gioco

Roma

Subito dopo Italia-Scozia, staff del Coni al lavoro per garantire la massima efficienza del prato dell’Olimpico per la sfida di campionato

Al termine di Italia-Scozia, mancheranno 24 ore all’impegno di campionato tra Roma e Lecce.
Il manto erboso dell’Olimpico, che non è sembrato in perfette condizioni già nella sfida di Europa League, subirà ulteriori sollecitazioni dalla sfida del “Sei Nazioni”.
Ma un piano dettagliato di lavoro è stato già stilato per permettere, in breve tempo, il miglior terreno di gioco per i giallorossi.
Verranno infatti installati sette millepiedi di lampade, che serviranno per favorire la fotosintesi e la ricrescita della nuova semina, mentre una task force lavorerà giorno e notte per prevenire gelate o problemi legati ad eventuali agenti atmosferici.

Inoltre, dopo ogni partita entrerà in azione il consueto protocollo, che prevede “ball rebound“, “ball roll” e “ball traction“, in sintesi alcuni test per verificare scorrevolezza e trazione del pallone. 

Sono poi previsti:
1) l’hardness test (sulla durezza del campo)
2) l’infiltration test (infiltrazioni)
3) il total grass cover (ricopertura del manto)
4) il controllo dell’altezza dei fili dell’erba

La procedura partirà dalle 18:30 di oggi.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News