Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Conferenze stampa

Fonseca: “La squadra sta bene, anche se il tempo è poco. Domani giocherà Kalinic” (VIDEO)

Il tecnico portoghese: “Ci siamo allenati bene, la squadra mi sembra motivata. Perotti è molto debole, è difficile che possa recuperare”

Si è svolta la conferenza stampa di Paulo Fonseca, in vista della gara di domani pomeriggio contro il Cagliari. Queste le sue parole:

Come sta la squadra? Veretout e Perotti?
“Il gruppo sta bene, anche se non abbiamo avuto tempo di recuperare. Ci siamo allenati bene, la squadra mi sembra motivata. Perotti è molto debole, è difficile che possa recuperare. Veretout sta bene, ha recuperato”.

In questo momento la differenza di partite giocate tra Roma e Cagliari è importante?
“No, non adesso. Quello che conta è il tempo di recupero”.

In questo momento la squadra è in grado di tenere ritmi intensi visti i tanti impegni?
“Non so se ho capito la domanda, ma noi vogliamo sempre avere un ritmo alto nelle partite. I numeri dimostrano che questa è una squadra che corre molto, ma è importante gestire la partita. E’ importante non perdere la palla facilmente, sennò dobbiamo correre per recuperare la palla”.

Perché crede tanto nella rincorsa della Roma al quarto posto?
“Primo perché sono un ottimista, abbiamo tutti una possibilità. Non credo che l’Atalanta non perderà punti fino alla fine. Noi dobbiamo fare meglio, ma vedo che il gruppo ci crede. Dobbiamo continuare a lavorare per arrivare a questo obiettivo”.

La Roma non ha mai giocato di lunedì. Quanto influisce sui giocatori e sulle scelte?
“Penso che ne stiamo parlando troppo di questa questione. Non voglio che possa essere una scusa. Ho parlato perché me lo hanno domandato e perché è la verità. Per me era importante far notare che avevamo 72 ore per recuperare”.

E’ d’accordo sul rinvio delle partite? Che scelta avrebbe preso?
“Primo, devo dire che l’autorità sta cercando di prendere la decisione migliore in questo momento, mi fido di chi è competente. Dopo ci può essere un problema di regolarità sportiva: per non avere dubbi se si gioca una partita, devono giocare tutti”.

La Roma è in perdita di 87 milioni. Ha incertezza nel futuro? Questa transizione societaria ha influito sulla rendita dei giocatori?
“No, non ha influito. Sui numeri non posso dire nulla, non sono un economista”.

Come stanno Pellegrini e Diawara?
“Pellegrini mi sembra che sta bene, parlo con lui tutti i giorni. Sta recuperando l’infortunio. Diawara sta meglio ogni giorni, speriamo possa essere una soluzione per noi nei prossimi giorni. Se continua così dopo la prossima settimana posso pensare a lui in formazione”.

Si può recuperare una fase offensiva come quella di inizio stagione?
“Sì, volgiamo tornare a fare bene, come abbiamo fatto con il Lecce. La sfida con il Gent è stata particolare, ma stiamo lavorando tanto in fase offensiva”.

Dzeko gioca ogni partita. Ci sarà l’opportunità di riposare. Come sta Pastore?
“Su Pastore, stiamo cercando di aiutarlo a migliorare questa situazione cronica, credo che nell’ultima settimana è migliorato molto, vediamo in futuro? Su Dzeko, vuoi sapere se gioca domani? Ti posso dire che giocherà Kalinic”.

Il cambio di proprietà può favorire l’ambiente e la squadra? 
“Se succede ne possiamo parlare dopo”.

Ma cambia modulo? Dzeko e Kalinic insieme?
“Vediamo domani (ride n.d.r.)”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Conferenze stampa