Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Nainggolan, Pellegrini e Olsen: Sardegna in giallorosso

La Roma incontra tre ex dal recente passato giallorosso

Amore, rammarico e perplessità. Tre sentimenti molto diversi tra di loro, ma stavolta racchiusi tutti insieme, nella stessa anima. Quella che lega la Roma al Cagliari e viceversa, con tre rossoblù che nella Capitale hanno lasciato un segno indelebile. Sentimenti forti, come quelli che legano ancora Luca Pellegrini, Radja Nainggolan e Robin Olsen alla Roma. Quello tra il belga e la Roma è un rapporto senza fine. È stato troppo forte, troppo intenso per esaurirsi. Tanto che all’andata Radja venne omaggiato anche di una standing ovation. Da ex ha già fatto male all’Inter in questa stagione: la Roma è avvisata. Ma dovesse succedere, il Ninja la vivrebbe in modo completamente diverso.

In molti invece continuano a chiedersi se non sarebbe stato meglio crescerlo in casa Luca Pellegrini, mandato alla Juventus nell’ambito dell’operazione Spinazzola. Finora a Cagliari si è dimostrato un giocatore dai due volti, brillante in fase offensiva, acerbo in quella difensiva. C’è poi Robin Olsen, che in Sardegna ha conquistato tutti nel girone d’andata ma a gennaio il rientro di Cragno lo ha riportato in panchina: a giugno tornerà a Roma, ma non per restarci. Lo scrive “La Gazzetta dello Sport”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa