Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Castagner: “La Roma ci avvertì nell’intervallo che avrebbero arrestato alcuni di noi a fine gara”

L’ex allenatore del Grifo: “Si scoprì che qualcuno aveva pure preso dei soldi”

L’ex tecnico del Perugia, Ilario Castagner, torna a parlare della vicenda legata al calcioscommesse, in una intervista a “La Stampa“.

“Prima della partita mi si avvicinò un ufficiale, non ricordo se della Polizia o della Guardia di Finanza, e mi comunicò che al termine dell’incontro avrebbe parlato con alcuni miei calciatori”.

Dopo quell’avvertimento negli spogliatoi, cosa successe in quel Roma-Perugia 4-0?
“Sinceramente, nonostante la richiesta inusuale, non avevo intuito nulla di quello che stava per accadere. Qualcosa cambiò durante la partita: la squadra sembrava assente e i giocatori imbambolati. Nell’intervallo, quando eravamo sotto di un gol, capì il perché”.

Qual’era il motivo?
“I calciatori della Roma sapevano già che ci sarebbe stato qualche arresto nel Perugia e ce lo fecero sapere. “Mister, mi hanno detto gli avversari che arresteranno un paio di noi a fine partita”, mi riferì la squadra tra primo e secondo tempo, e così fu”.

Aveva mai sospettato, prima di quella partita, dei suoi giocatori?
“Nessun sospetto. Purtroppo poi si scoprì che qualcuno aveva pure preso dei soldi. Paolo Rossi però non c’entrava niente: venne messo in mezzo solo perché era un nome grosso”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa