Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Ceferin: “Fiducioso che la Serie A sarà portata a termine”

Euro 2020

Parla il numero uno dell’UEFA

Aleksander Ceferin, presidente dell’UEFA, ha parlato al quotidiano sloveno Ekipa, ribadendo la sua volontà di portare a termine la stagione sportiva 2019-2020:

Sono ottimista e fiducioso, la Liga sarà portata a termine così come la Serie A. Chiaramente oggi non posso promettere o garantire niente, tutto dipenderà della situazione di ciascun Paese“.

E la Premier League?
“Non vedo come potremmo lasciare il Liverpool senza titolo. Se si tornasse a giocare, è quasi sicuro che lo vincerebbe. Se non si dovesse giocare, sarebbe comunque opportuno annunciare i risultati e determinare i campioni delle rispettive leghe nazionali. E, anche in questo caso, non vedo come potrebbe vincerlo una squadra diversa dal Liverpool. Capisco che i tifosi dei Reds saranno delusi in caso di vittoria della Premier in uno stadio vuoto, ma penso che la vinceranno in un modo o nell’altro”.

Finirà anche la Champions League?
“Per quello che sappiamo oggi, la Champions si chiuderà nelle stesse modalità con cui si sarebbe dovuta giocare prima della sospensione. Non possiamo esserne sicuri, ancora non possiamo sapere se nella finale o in qualsiasi altro evento ci saranno o meno i tifosi, ma dobbiamo farci trovare preparati per tutti e due gli scenari. Dipende tutto dalla pandemia, ma al momento ripeto che contempliamo una normale chiusura della Champions”.

A Massimo Cellino, presidente del Brescia, che messaggio vuole mandare infine dopo lo sfogo dei giorni scorsi?
“Prima di tutto, la Serie A non risponde alle competenze della UEFA. Seconda cosa, il Brescia non è vicino a classificarsi alle coppe europee. Terzo, non credo che le sue recenti parole fossero rivolte alla UEFA. Voglio sottolineare che non metteremo in pericolo nessuno e che ascolteremo tutti per trovare una soluzione adatta a ogni lega non appena i rispettivi governi ci daranno il via libera”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News