Resta in contatto

Rassegna Stampa

Spadafora gela il calcio

La politica buca il pallone, rischiando di affossare la terza industria Nazionale. In ballo c’è un indotto da 5 miliardi di euro e almeno 125 mila posti di lavoro.

I dirigenti sportivi continuano a lavorare per evitare il crollo dell’intero sistema, i prossimi tre giorni saranno decisivi per il destino del calcio europeo, per quello nazionale bisognerà attendere le decisioni del Governo. L’agenda è ricca di appuntamenti; oggi è prevista l’Assemblea di Lega e l’incontro tra l’Uefa e le 55 federazioni affiliate, domani l’Uefa si misurerà con i Club e le maggiori Leghe continentali, mentre il Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora avrà modo di confrontarsi con la Federcalcio e le maggiori Leghe sul protocollo di sicurezza. Giovedì sarà il giorno dell’esecutivo Uefa dal quale usciranno le  linee guida per far fronte all’emergenza.

L’Assemblea dei presidenti della Serie A è spaccata, nonostante le apparenze: Torino, Spal, Brescia, Sampdoria, Udinese, Bologna e Fiorentina spingono per la chiusura anticipata, interrogandosi sulle eventuali ricadute giuridiche che graverebbero sui club in caso di eventuale altra sospensione. Il comunicato ufficiale tuttavia sottolinea «l’intenzione all’unanimità di portare a termine la stagione sportiva 2019-2020, qualora il Governo ne consenta lo svolgimento, nel pieno rispetto delle  norme a tutela della salute e della sicurezza».

Soltanto il Governo ha facoltà di sospendere il campionato, al momento il fronte politico sembra essere disorientato. Ieri sera il Ministro dello Sport Spadafora non ha speso parole rassicuranti per la ripresa del campionato.

«Al momento non do per certo né la ripresa degli allenamenti il 4 maggio, né del campionato – ha dichiarato al Tg2 Post il Ministro – dobbiamo capire se il calcio è pronto alla ripartenza con gli allenamenti. Riprendere gli allenamenti non per forza di cose vorrebbe dire riprendere il campionato».

Anche il Ministro della Salute Speranza prende a calci il pallone retrocedendo il movimento calcistico in fondo alla classifica: «Sono un grande appassionato – ha dichiarato – ma con tutta sincerità il calcio è l’ultimo problema di cui possiamo occuparci».

Un parere determinante – probabilmente decisivo – sarà quello della Commissione medica del Governo, ma anche qui i pareri sono divergenti. Le polemiche degli ultimi giorni non hanno aiutato; il professor Enrico Castellacci, presidente dell’Associazione Italiana Medici del Calcio, non ha fatto sconti sul protocollo di sicurezza stilato dalla Commissione Scientifica della Federazione dalla quale era stato precedentemente escluso.

Ieri Rodolfo Tavana, medico sociale del Torino (club contrario alla ripresa ndr) ha rassegnato le dimissioni dalla Commissione medico scientifica della Figc: decisione inaspettata, mercoledì scorso – presente alla riunione decisiva – il medico aveva approvato insieme agli altri membri il protocollo scientifico di sicurezza. Domani è previsto in confronto tra il Ministro dello Sport Spadafora e la Figc su tale protocollo, poi il Ministro stesso dovrà attendere l’approvazione in sede governativa prima di autorizzare la ripresa degli allenamenti. Lo scrive Il Tempo.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa