Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Rizzitelli: “Il gol al Brøndby? Ho calciato il piede di Völler”

Il 24 aprile del 1991 la Roma affrontò all’Olimpico il Brøndby nella gara valida per la semifinale di Coppa UEFA

I giallorossi superarono i danesi per 2-1 con il gol decisivo di Völler a pochi minuti dalla fine, coadiuvato da Rizzitelli, il quale al Corriere della Sera ha ricordato quel momento: “Tutti mi avevano dato il gol, anche il telecronista della Rai. Ho calciato il piede di Rudi, l’abbiamo spinta in due”.

Una gioia che non si dimentica
“È stata un’emozione fortissima. Chi era allo stadio mi ha detto che si è ritrovato venti o trenta file più in basso, trasportato dall’esultanza”.

Dopo un percorso fantastico stavate scivolando su una buccia di banana…
“Avevamo eliminato squadroni come Benfica, Valencia, Bordeaux, Anderlecht. Contro i danesi ci davano tutti favoriti, ma Ottavio Bianchi ci aveva messi in guardia. Schmeichel parò tutto, ma noi non eravamo entrati in campo con lo spirito giusto. Ho dovuto prendere un bel rischio”.

Cosa ha fatto?
“Urlavo per scuotere la squadra ma nessuno mi ascoltava, poi sono impazzito e ho iniziato a rincorrere gli avversari, rischiando l’espulsione. Li ho insultati tutti, in quel momento ci siamo uniti, anche con il pubblico. Segnai il gol del vantaggio, poi segnai anche in finale con l’Inter, ma si dimentica. non bastò”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa