Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Sgarbi, rimpianti e videochat. La rivincita social di Francesco Totti

L’ex capitano giallorosso molto attivo sui social

Da ragazzino potevo diventare un giocatore della Lazio“, ha raccontato in questa lunga serie a puntate che va oggi dal tronista del reality alla confidenza all’attore di Gomorra (“Te faccio l’autista senza fare la spia“), a Fabio Cannavaro (“Ci dobbiamo rivedere al Circo Massimo“), al vecchio compagno Luca Toni per un amarissimo “Quando vado a Trigoria ad accompagnare mio figlio resto fuori del cancello ad aspettare“.

Non bisogna essere uno psicologo per vedere quanto a Totti manchi il calcio, il campo, lo spogliatoio, il ritiro, i compagni, la squadra, i riti della partita, l’ansia e la gioia di quella vita. In una parola: la Roma. Lo scrive La Repubblica.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa