Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Il Pallone d’Oro? Lo scopri alla Play

La tesi portata avanti per demonizzare i videogiochi è clamorosamente smentita dal loro successo su scala planetaria

Al crescente numero di appassionati corrisponde anche l’aumento dei pro player, che arrivano a guadagnare dagli 80 ai 120 mila dollari annui.

Secondo il report Global Exports Market, il valore degli sport elettronici presto arriverà ad un giro d’affari di 2 miliardi. Mentre il calcio reale si blocca a causa del Coronavirus, i videogiochi sono sempre più presenti. In Italia il settore viene definito come “in grande crescita, ma ancora acerbo“, eppure negli ultimi tempi agli agenti sportivi sono in prima linea perché se ben indirizzati, i talenti italiani possono diventare delle autentiche macchine da soldi. Anche i calciatori hanno iniziato a investire sul settore: De Rossi e Florenzi per esempio possiedono le quote dei Mkers, tra le società più note in Italia. Lo scrive Il Corriere dello Sport.

 

 

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa