Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

A Trigoria si spera ancora, era tutto pronto per la fase-2

 Diciamo che la Roma ci è rimasta male, usando un eufemismo.

Perché a Trigoria era davvero già tutto pronto per ripartire e perché la speranze è sempre quella che dal Governo consentano gli allenamenti individuali anche all’interno delle squadre. Era tutto fatto al Fulvio Bernardini. Ci sono tre campi che sarebbero potuti diventare sei. Dividendo i 28 giocatori su questi, si sarebbero avuti gruppi da 4-5, con i quali sarebbe stato possibile rispettare le distanze di sicurezza.

Detto ciò, proprio ieri Nuno Romano ha cambiato gli allenamenti dei ragazzi, aumentando i carichi di lavoro. Insomma, è partita la fase 2, sperando che possa poi spostarsi direttamente sui campi del centro sportivo. Nel frattempo in queste ore Trigoria dovrebbe essere sanificata un’altra volta, mentre ai giocatori tra oggi e giovedì verranno completati i tamponi. A loro, allo staff tecnico e alle loro famiglie. La Gazzetta dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa