Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Allenamenti

Fase 2, ecco come si svolgono gli allenamenti a Trigoria (VIDEO)

Dopo il primo giorno di allenamento, la Roma fa sapere quali saranno le modalità con cui la squadra seguirà l’allenamento nei prossimi giorni

Oggi la Roma è tornata ad allenarsi sui campi di Trigoria, anche se in maniera del tutto differente viste le norme di sicurezza legate alla pandemia di COVID-19. Il Club ha stilato un vademecum per far capire come si sono svolti gli allenamenti oggi, schema che verrà utilizzato in tutti questi primi giorni di parziale normalità. La squadra è stata divisa in 3 gruppi, scesi in campo in 3 differenti orari (il primo alle 09.30, il secondo alle 10.45, il terzo alle 12).

Appena arrivati i giocatori sono stati sottoposti alla doppia misurazione, temperatura e ossimetria. Poi ciascuno si è recato nella propria stanza dove ha trovato la divisa d’allenamento. Mister Fonseca ha seguito il lavoro a cavallo tra i due campi indossando una mascherina. I calciatori hanno svolto esercizi individuali con il pallone, alternati a lavoro atletico, ciascuno in uno spicchio di campo distante più di 20 metri dall’altro. Per i portieri lavoro specifico.

Tra la fine del primo gruppo e l’inizio del secondo i magazzinieri hanno igienizzato i paletti e i palloni. Così tra il secondo e il terzo.

Questa la divisone dei gruppi:

Gruppo 1: Ibanez, Fuzato, Jesus, Kolarov, Lopez, Mancini, Santon, Smalling, Veretout, Zappacosta

Gruppo 2: Cristante, Cardinali, Dzeko, Kalinic, Kluivert, Mirante, Micki, Pellegrini, Perotti Under

Gruppo 3: Peres, Perez, Cetin, Diawara, Fazio, Pastore, Spinazzola

Zaniolo prosegue il programma di recupero.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Allenamenti