Resta in contatto

Amarcord

Amarcord, 1 agosto 1931: nasce Dino Da Costa. Il 10° marcatore della storia della Roma e l’incubo dei laziali (FOTO)

Dino Da Costa ha scritto pagine importanti della storia giallorossa e con la Roma è stato un vero e proprio incubo per i laziali

Dino Da Costa, l’oriundo di Rio de Janeiro autore di 167 gol in 144 partite col Botafogo

Nato a Rio de Janeiro il primo agosto del 1931Dino Da Costa cresce calcisticamente nel club del Botafogo, squadra della sua città natale. Dopo alcuni anni nelle giovanili nel 1951, a diciassette anni, passò in prima squadra. “Dino”, come veniva chiamata in Brasile, il 14 giugno del 1951 esordì segnando una doppietta. Negli anni successivi formò un attacco stellare assieme ai talenti brasiliani Garrincha e Vinicio. Nel 1954 vinse il titolo di capocannoniere del campionato carioca con 24 reti in 26 gare. In totale nelle cinque stagioni al Botafogo realizza ben 167 marcature in 144 partite disputate.

Nella foto Garrincha, Da Costa e Vinicius nel Botafogo 1955.

L’acquisto dei giallorossi nel 1955

La Roma riuscì ad ottenere le prestazioni del forte attaccante brasiliano nell’estate del 1955, quando il Botafogo venne in Italia per una tournée. Nonostante la chiusura del calciomercato degli atleti stranieri la società capitolina riuscì ad ingaggiarlo come oriundo sfruttando le sue lontane origini italiane. Fu il primo calciatore brasiliano a far parte del club giallorosso. Già nel suo primo campionato in giallorosso Costa (nome datogli dopo “l’italianizzazione”) risultò il miglior marcatore della squadra con 12 reti. La Roma arrivò terza qualificandosi per la Coppa dell’Europa Centrale.

Gli anni più prolifici di Dino Da Costa in giallorosso e la convocazione in azzurro

La stagione più prolifica per Da Costa nella Roma fu però la seguente, quando realizzò 22 reti piazzandosi al primo posto nella classifica dei capocannonieri della serie A. Impresa per un giocatore giallorosso riuscita soltanto a Guaita vent’anni prima. In quella stagione la Roma non riuscì ad andare oltre 14° posto, rischiando anche la retrocessione. Anche la terza e la quarta stagione di Da Costa alla Roma furono ottime: 19 gol in 33 gare nel 1957/58 (Roma quinta) e 15 gol in 27 partite l’anno successivo (Roma sesta). Il 15 gennaio 1958 Da Costa disputa la sua unica partita nella Nazionale azzurra: Irlanda del Nord-Italia, valida per la qualificazione ai Mondiali del 1958. L’Italia viene sconfitta ed eliminata, il gol dell’oriundo Da Costa è inutile e per la prima volta nella storia l’Italia è fuori dalle fasi finali dei campionati del Mondo. Nel 1959/60 la prima stagione deludente di Da Costa nella Roma, farcita soltanto da 2 marcature.  Unica consolazione di quel ritorno nella Capitale fu la conquista della Coppa delle Fiere. L’esperienza romanista di Dino Da Costa dura sei stagioni e mezzo. Il brasiliano di Rio gioca 149 partite di campionato segnando 71 gol. Dal 1955 al novembre 1961 colleziona un totale di 163 presenze e 79 gol. Questo fa di lui il 10° marcatore di tutti i tempi della storia della Roma. 

 

Da Costa incubo dei laziali: 14 reti ai biancocelesti, 12 quelle ritenute ufficiali

L’attaccante italo brasiliano Da Costa fu un autentico incubo per i calciatori ed i tifosi della Lazio, in particolar modo per il portiere biancoceleste Bob Lovati. Con 13 reti (o 12 perché una venne assegnata per via delle regole del tempo ad un autogol di Janich) Da Costa è il calciatore romanista ad aver segnato più gol alla Lazio. Lui sottolinea volentieri di averne segnate addirittura 14 considerando anche quella siglata in un’amichevole disputata a Frascati tra le vecchie glorie del calcio romano.

Uno dei gol siglati da Dino Da Costa contro la Lazio durante la sua esperienza in giallorosso.

Ufficialmente le reti di Da Costa con la Roma nei derby sono 12: 9 in campionato, 2 in Coppa Italia e 1 in amichevole, tutte segnate su azione: la prima nel corso del Trofeo Remo Zenobi, due doppiette nei derby del campionato 1956/57, altre cinque reti nei quattro derby dei due anni successivo e due nelle sfide della Coppa Italia 1958/59.

Nel 2012/13 Dino Da Costa è stato celebrato dalla Roma sotto la Curva Sud insieme a Marco Delvecchio, come calciatori romanista ad aver segnato più reti ai rivali della Lazio.

Dino Da Costa celebrato allo Stadio Olimpico nel 2012/2013

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Agostino Di Bartolomei

Ultimo commento: "Bravo, il più bel commento sul grandissimo e inarrivabile Ago!"

Nils Liedholm

Ultimo commento: "Pure io diventai giallorosso per il Barone e per Falcao e dato che abito a Torino pure per il gusto di contrastare la odiata juventus e tutti gli..."

Giuseppe Giannini

Ultimo commento: "Capitano mio capitano quanto ne sarei felice se allenassi un giorno la nostra amata Roma. Grazie Peppe"

Francesco Totti: uomo, capitano e leggenda

Ultimo commento: "Colui che ha rappresentato tutto ... l'amore della mia vita per il calcio e per questa squadra..."

Daniele De Rossi

Ultimo commento: "Il solo capitano degno di Agostino"
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

Altro da Amarcord