Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

La Roma cerca entusiasmo. Monitorata la situazione del “ticket” Paratici-Sarri

La situazione che si è creata alla Juventus non è passata inosservata in casa giallorossa

Restituire il sorriso al mondo giallorosso, dopo una stagione da 13 sconfitte e con tutti gli obiettivi falliti, è il primo desiderio di Dan Friedkin. La situazione della Roma non è semplice, visto il rosso in bilancio e la rosa scombiccherata costruita da Petrachi e Fonseca, ma il texano è abituato alle sfide e non è tipo che si tira indietro.

Il suo modus operandi è stato simile in tutte le avventure finanziarie nelle quali si è lanciato a capofitto, anche perché in molti casi (cinema, viaggi, adesso lo sport) si trattava anche di sue passioni. Conosce l’arte del comandi ma anche della delega. In quest’ottica è pronto a seguire i consigli che gli darà Guido Fienga ma è anche deciso a investire se dovesse presentarsi un’occasione per ridare appunto entusiasmo alla piazza e non rischiare un’altra stagione deprimente, all’insegna della mediocrità.

Così viene monitorata la situazione che si è venuta a creare alla Juventus, con l’esonero di Sarri e la posizione di Paratici che, al di là delle difese d’ufficio, resta fluida. Il d.s. è da tempo nel mirino della Roma: è la figura preferita per affrontare un mercato pieno di difficoltà. Paratici-Sarri sarebbe un “ticket” di primissimo piano per ricostruire la squadra che è arrivata quinta senza mai lottare veramente per la zona Champions. Si legge sul Corriere della Sera.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa