Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Società, meno consiglieri e maggiori investimenti

Iniziano le manovre in casa Roma

Friedkin pensa già al futuro. Così si spiega la decisione del magnate texano di pagare 0,1165 euro le azioni che acquisterà da Pallotta. Se la mossa – anche in previsione dell’uscita dalla Borsa e dell’Opa residuale sul 13% flottante del mercato – continua a far crollare il titolo a Piazza Affari (-31%, a 0,277 euro) e garantirà meno introiti a Pallotta, allo stesso tempo permetterà al nuovo proprietario della Roma di iniettare più capitale nel club. Un’azione volta quindi a privilegiare gli investimenti che lo attendono rispetto al prezzo. Intanto tutto procede spedito verso il closing. Ieri sul sito ufficiale della Roma è stato pubblicato un comunicato ufficiale che illustra i patti parasociali con il Gruppo Friedkin per la cessione della società.

È l’ultima nota prima del 17 agosto, data scelta per il passaggio di consegne. Come si legge nei patti siglati nell’ambito del contratto preliminare di compravendita del club, ci si è impegnati “a far sì che, non appena possibile successivamente alla data del closing, e comunque non oltre cinque giorni lavorativi da tale data, il consiglio di amministrazione della Roma convochi l’assemblea degli azionisti al fine di deliberare in merito al rinnovo dell’intero consiglio di amministrazione e del collegio sindacale”. Lo scrive “Il Messaggero”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa